Pronostico rispettato per la COIM Accademia che nella nona giornata del campionato nazionale di serie B2 femminile viene battuta dell’Altino Volley Chieti con un eloquente 3-0 (25-15, 25-15, 25-19).

La capolista del torneo si conferma squadra solida e di grande continuità, manifestando per tutta la partita la sua evidente superiorità con una prova di grande sostanza. Nulla ha potuto la squadra beneventana che ha provato a ribattere le offensive avversarie ma si è dovuta inchinare al valore di un Altino non alla portata, a voler essere sinceri.

Un piccolo rammarico solo per il terzo set, dove le giallorosse, con le padrone di casa forse un pò scariche per il doppio vantaggio, hanno avuto la possibilità di dare una sterzata alla partita, frenate poi alla fine da ben 11 errori punto nel parziale che hanno stoppato ogni velleità di rimonta.

Nonostante la sconfitta, il distacco dalla zona rossa resta invariato e quindi nessun dramma per una gara che, già alla vigilia, si sapeva sarebbe stata ostica.

La COIM tornerà in campo sabato pomeriggio a Benevento contro un’altra squadra di rango, ossia la CAV Cerignola, seconda forza del torneo, altro avversario impegnativo. Sarà l’ultima gara del 2015 per le giallorosse visto che il campionato tornerà solamente dopo le festività natalizie e l’epifania tra circa un mese.

Se da una parte si lavora per rimarginare le ferite nell’altra (la Volley S. Maria di Costantinopoli) si godono i successi della matricola di serie C.

La squadra di coach Mezzapesa batte anche la Galdieri Auto di Cava de Tirreni registrando la quarta vittoria consecutiva in campionato (quinta in otto gare) e addirittura la quarta posizione in classifica .

Alla Palestra Amato il risultato è di 3-0 per le padrone di casa, con parziali di 25-22, 25-18 e 25-22. Per la squadra beneventana adesso test difficilissimo domenica prossima sul campo del Sala Consilina, momentanea capolista del girone (una partita ed un punto in più rispetto a Castellamare di Stabia), tra le favorite alla promozione finale. Una partita sulla carta proibitiva, ma questa Costantinopoli può affrontarla con entusiasmo e serenità