Violenza di genere, riconoscerla e prevenirla. È con questo obiettivo che continua il percorso di sensibilizzazione voluto dal Questore di Benevento, Giuseppe Bellassai in particolare tra le giovani generazioni che hanno mostrato di voler essere sempre più protagoniste e promotrici di una necessaria cultura della legalità.

Il camper rosa della Polizia di Stato ha fatto tappa questa mattina a Piazzale Gramazio, nel rione Libertà di Benevento, con la partecipazione di alcuni istituti scolastici della città. A bordo del camper era presente una equipe di personale specializzato, tra cui personale femminile, abilitato nel trattare tale tipologia di reato. La finalità è quella di aiutare le donne in difficoltà, anche solo con una denuncia anonima, al fine di poter intervenire prima che sia troppo tardi.

L’iniziativa è relativa al progetto “Questo non è amore” e ha coinvolto numerosi studenti delle classi IV e V del Liceo Scientifico “Rummo” e dell’Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e di ristorazione “Le Streghe” di Benevento che hanno visitato il camper allestito come aula didattica multimediale e si sono confrontati sul tema con la dott.ssa Gabriella Zitano e il personale della Polizia di Stato.

L’iniziativa, che si è avvalsa anche della collaborazione con i rappresentanti delle varie associazioni antiviolenza, vuole offrire un supporto e mettere in guardia le donne, con consigli e procedure da adottare laddove si ritrovino vittime di comportamenti aggressivi e minacciosi che vengono letti, troppo spesso, come manifestazione di un amore possessivo ed esternazione di una gelosia morbosa.

Il progetto contro la violenza di genere ha in programma ulteriori tappe in altre piazze e luoghi di incontro della provincia di Benevento per svolgere un’attività di prevenzione promossa dalla Polizia di Stato attraverso gli strumenti dell’informazione, dell’educazione e dell’ascolto.