Sabato 12 dicembre 2020, con il direttore Artistico, Antonella Nigro di Salerno, dal direttore Critico, Maurizio Vitiello di Napoli,  sono stati assegnati i premi dell’VIII edizione del Premio Internazionale Iside. che ha visto gli artisti esprimersi sulla tematica degli “Eroi Quotidiani”. Sono stati 94 gli artisti che hanno partecipato, provenienti da varie parti del mondo, e che hanno affrontato il tema del Premio in linea con il proprio pensiero, la propria cultura.

I premi venivano quindi assegnati agli artisti:

Nizar Al-Hattab (Siria), per aver trattato con originalità, eleganza e pathos l’eroismo al femminile,   nelle sue caratteristiche di tenerezza e coraggio;

Li Lei (Cina), per aver interpretato, con un intenso acquarello, il sentimento della solitudine che diviene forza e azione;

Salvatore Malvasi (Smal), per aver reso, con un attento e accurato linguaggio pittorico, il sentire del tempo presente che ritrova nella quotidianità i suoi eroi;

Anna Di Maria, per aver interpretato, nell’eleganza di una luminosa, materica bicromia, la contemporaneità alla luce delle sue inattese bellezze: gli eroi del quotidiano;

Grazia Romano, per aver omaggiato, attraverso un attento e accurato mosaico, giancarlo siani, eroe contemporaneo della legalità e della giustizia;

Giannino Scorzato, per aver reso, attraverso un sapiente gioco di chiaroscuro e di alternanze luminose, la senilità protagonista dell’opera interpretandola, a dispetto della contemporaneità, preziosa fonte di storia, vita e amore;

Davide Mirabella, per aver realizzato un’opera con elementi naturali riletti e plasmati nella tematica, attualissima, dell’aiuto reciproco e della solidarietà come dono supremo;

Enrico Maria Guidi, per aver interpretato il tema dell’eroismo con acume contenutistico e creatività tecnica, toccando i temi della vita e del suo svolgersi, sottolineandone il valore a ogni età;

Alessandro Rillo, per aver realizzato un’opera dal sapore arcaico, nella quale i materiali naturali si sposano con quelli creati dall’uomo in un pregevole connubio cromatico e contenutistico;

Vincenzo Mascia, per aver realizzato, attraverso un’elegante stilizzazione, un’opera che interpreta i dettami dell’arte non figurativa in modo essenziale ed evocativo;

Alessandro Borrelli, per l’opera “Resilienza” che, attraverso una pregevole, attenta e originale lavorazione ceramica restituisce, con un linguaggio inedito, il sentimento di una contemporaneità messa duramente alla prova, ma invitta;

Giovanni Izzo, per aver interpretato, attraverso un linguaggio visivo stilizzato e incisivo, il rigoglio e la rinascita quale anelito collettivo dell’uomo contemporaneo.

Premi della critica venivano assegnati agli artisti: Luisa Bergamini, Alfredo Celli, Vittorio Fumasi, Marco Giacobbe, Mauro Molinari, Lucio Monaco, Salvatore Oppido, Fernando Pisacane, Agostino Saviano,  Maurizio Schächter Conte, Hassan Yazdani.

Menzioni speciali agli artisti: Marcello La Neve, Ketty Siani, Daria Bollo, Francesco Festa, Elbegzaya Khaltar, Agnese Claudia Masucci, Emilio Bilotta, Lucia Di Miceli, Luz Dary Suarez, Stefania Siani, Simonetta Pantalloni, Francesco Rosina, Selene Bonavita, Giovanni Saviano, Felice Rufini.

Menzioni d’onore per la letteratura a: Graziella Bergantino, Maria Luisa Maturo, Virgilia Cerrone, Grazia Dottore, Aldo Guerrieri, Virgilio Izzo, Rossana Polidoro, Stefania Siani, Antonietta Nori, Giovanni Macri.