L’associazione “Ex Alunni Lasalliani” di Benevento, in collaborazione con Unuci e Maestri del Lavoro, venerdì 14 dicembre alle ore 17 presenterà, presso la sala consiliare della Provincia, il libro fratel Donato Petti “Liberi di educare in Italia come in Europa. 55 questioni tra diritto, filosofia e politica”.

Dopo i saluti della preside dell’Istituto de La Salle, Maria Bonagura, sono previsti gli interventi di monsignor Mario Iadanza e dell’autore, che è stato direttore del trimestrale “Rivista Lasalliana”, presidente delle scuole Cattoliche della Fidae Campania e direttore dell’Istituto paritario Villa Flaminia di Roma.

Il libro, edito da Armandi Editore nell’ambito della collana “Scuola e Università 4.0”, presenta, in forma dialogata, una sintesi dell’ampio e articolato dibattito, che dura in Italia da oltre cinquant’anni, sul tema della libertà di educazione e della parità scolastica tra scuole pubbliche statali e scuole pubbliche non statali.

La famiglia, spesso smarrita di fronte alle nuove sfide della società e meno attrezzata ad assumersi vere responsabilità educative, chiede sempre di più alla scuola, demandando a essa in termini sia quantitativi sia qualitativi. La scuola – spiega fratel Donato Petti nell’introduzione – svolge così, pur senza averne spesso i mezzi adeguati, un ruolo di supplenza e di sostegno nei confronti della famiglia, in una sorta di vera sussidiarietà. Per questo è necessario che la famiglia si riappropri del diritto-dovere della libertà di scelta educativa dei propri figli. Lo Stato, da parte sua, non può che incoraggiare e favorire tale assunzione di responsabilità”.