Un gruppo di soci di Italia Nostra, sezione Irpinia, si sono autoconvocati a Morcone in vista della celebrazione dell’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci 2015, convocata per il 30 aprile 2015 con il seguente ordine del giorno:

° Relazione sull’attività svolta nel 2014; ° Bilancio Consuntivo Nazionale al 31 dicembre 2014; ° Rinnovo del Consiglio Direttivo Nazionale; ° Rinnovo del Collegio dei Probi Viri.

Il gruppo prende atto che si vota per corrispondenza, che la scheda di votazione verrà recapitata ai soci a mezzo del Servizio postale con busta già preaffrancata e che le schede votate dovranno pervenire entro il 6 luglio p.v. per essere scrutinate; Nell’occasione il Gruppo ha deciso di puntare al riconoscimento o alla istituzione di una Sezione autonoma di Italia Nostra, denominata “Sannio”, considerato che gli iscritti delle varie aree della Provincia di Benevento, allo stato, sono 43. Il gruppo ha deciso altresì, all’unanimità dei presenti, di nominare un coordinamento nelle persone di Savino Irene, Di Maria Simona, Fappiano Giuseppe e Covelli Carmine con il compito di convocare formalmente un’ assemblea di tutti gli iscritti, alla quale invitare il Presidente della sezione Italia Nostra Irpinia entro il 19 Luglio 2015. Il gruppo dà atto che il coordinamento sopra nominato resterà in carica fino a tale data e comunque fino allo svolgimento di tale assemblea. Viene riservato all’assemblea dei soci l’approvazione di linee programmatiche da porre a base dell’attività della nuova sezione, secondo le proposte presentate dai soci Irene Savino e Giuseppe Fappiano che saranno convenientemente integrate in assemblea e che si riportano sinteticamente:

  • Ampliamento del Parco del Matese ai comuni della Valle del Titerno e della Valle del Tammaro, sui cui territori c’è il declivio naturale del Massiccio del Matese;
  • Valorizzazione ed eventuale richiesta di concessione in gestione del Tratturo Pescasseroli-Candela in accordo con le sezioni di Campobasso, Isernia e la Comunità Montana Titerno-Alto Tammaro;
  • Salvaguardia e tutela della Ferrovia Boscoredole – Santa Croce del Sannio Morcone-Benevento;
  • Salvaguardia, tutela e restauro dei centri storici dei Borghi Medievali e Città di Fondazione;
  • Censimento dei siti archeologici e strutture pre-industriali (gualchiere, tintorie dei panni lana, calchere, antichi mulini ad acqua;
  • Valorizzazione delle aree archeologiche di Benevento, del Teatro Romano, delle Mura ecc….;
  • Censimento e difesa degli Usi Civici ;
  • Tutela e gestione delle testimonianze pastorali etno-antropologiche del Mastese Sud-Orientale, con particolare riferimento alle strutture in pietra a secco, come caselle dei pastori, pannizze, terrazzamenti con pietre a secco e antiche aree di territorio montano antropizzate.