Asd CESARE VENTURA: (4-3-3) Abbate; Schettini, Cagnale, Soricelli, Pizzi; Delli Carri, Tretola, Dragone; Sapio, Mulè, Marino. A disp.: Mazzeo, Manuzzi, De Girolamo, Franco, Castiello, Verderosa, Giangregorio. All.: Salvatore Curcio (Lepore squalificato)

Ssd Sarnese 1926: Diodati, Sorrentino, Buonocore, Beys, Boccia, Ruotolo, Manzi, Corrado, Ruggiero, Mancusi, Siano C. A disp.: Ferrara B., Siano A., Buonagura, De Caro, Carbone, Ferrara A., Nacchia, Rroshi. All.: Giuseppe Corrado

Arbitro: Sig. Francesco Albanese

Reti: Cagnale per la Cesare Ventura.

Benevento, 06/04/2019 – Non aveva scelta l’Asd Cesare Ventura: per continuare ad inseguire il sogno play-off bisognava vincere a tutti i costi, dopo il pareggio-beffa che ne aveva rallentato la corsa nella scorsa domenica. E come spesso accade, proprio la necessità di dover vincere a tutti i costi ha giocato un brutto scherzo ai ragazzi di Lepore (quest’oggi squalificato, in panchina Curcio) che non sono riusciti nel loro intento. Il risultato finale è stato di 1 a 1.

Partita vera, giocata a viso aperto da entrambe le formazioni. La Sarnese ha ribattuto colpo su colpo ai gialloblù di casa, affidandosi a rapidi contropiedi. La Cesare Ventura, invece, è stata costantemente protesa in attacco, sciupando molte azioni da rete, soprattutto nella prima parte di gara, proprio a causa della grande foga che ha fatto perdere la necessaria lucidità negli ultimi sedici metri.

Squadra ospite in vantaggio nel primo tempo, come spesso accade, in azione di ripartenza che ha trovata impreparata la retroguardia di casa. Nella ripresa il meritato pari con un’inzuccata di Cagnale. Poi, nonostante il grande cuore, con il passare dei minuti c’è stata solo tanta imprecisione e inevitabile nervosismo per la Ventura, che evidentemente non è riuscita a smaltire le tossine del “furto” subìto  a San Giorgio a Cremano.

Al triplice fischio, grande la delusione e lo scoramento per i ragazzi di Lepore: la matematica purtroppo è impietosa. Infatti, pur vincendo la prossima gara casalinga (ultima giornata) con la contemporanea sconfitta delle altre, i gialloblù rimarrebbero a -1.

Da annotare la prestazione gladiatoria di Cagnale, Mulè, Delli Carri e Soricelli, che sono stati davvero gli ultimi ad arrendersi. Buono l’arbitraggio del sig. Albanese.