Per la prevenzione e la repressione dei furti in abitazione, il Questore Luigi Bonagura ha disposto l’intensificazione di specifici servizi di controllo anche nel territorio di competenza del Commissariato di P.S. di Telese Terme prevedendo l’impiego di maggiori risorse operative.

Nel pomeriggio di ieri, una volante del Commissariato di P.S. individuava un’auto sospetta con targa straniera, parcheggiata dinanzi ad un supermercato, con una persona a bordo.

L’uomo un trentenne georgiano veniva condotto in ufficio e all’interno dell’autovettura venivano trovati svariati borsoni e arnesi atti allo scasso.

Avendo intuito che lo stesso potesse far da “palo” ad eventuali altri malfattori veniva organizzato un servizio di appostamento con altre pattuglie in abiti civili appositamente fatte intervenire. Di lì a poco, infatti, altri tre persone, due uomini e una donna, uscivano dall’esercizio commerciale e velocemente si allontanavano; gli Agenti intimavano loro “l’alt”, ma i tre si davano a precipitosa fuga. Prontamente inseguiti, venivano raggiunti e bloccati in via Roma all’altezza della chiesa di Santo Stefano. Indosso e nelle borse nascondevano svariati generi alimentari e bottiglie di alcolici successivamente restituiti al titolare dell’esercizio commerciale. L’autovettura, gli arnesi e i borsoni venivano sottoposti a sequestro.

I quattro cittadini georgiani, di età compresa tra i ventisette e i trentuno anni, dichiarati in arresto venivano associati al carcere di Capodimonte a disposizione dell’A.G. Gli stessi con numerosi pregiudizi di polizia risultavano, peraltro, ricercati anche da altre Questure campane come possibili autori di furti e rapine.