Si è tenuto ieri a San Bartolomeo in Galdo l’incontro tra la Comunità Montana del Fortore e le organizzazioni sindacali di categoria degli operai forestali, alla presenza di una nutrita delegazione di operai forestali in rappresentanza dei cantieri dei dodici paesi dell’Ente.

Per la Comunità Montana, unitamente al presidente Zaccaria Spina, erano presenti il presidente del Consiglio generale Pierfranco Borrillo e, per la struttura tecnica, il responsabile del servizio Agricoltura e Foreste Pietro Giallonardo. Per la parte sindacale hanno preso parte ai lavori Alfonso Iannace della Fai Cisl, Antonio De Lillo di Uila Uil e Carlo Ceccarelli per la Flai Cgil.

La riunione è stata molto costruttiva e caratterizzata da una serie di condivisioni su molte problematiche.

Si è preso atto dell’attuale situazione economica in cui ci si trova, ossia del credito dell’Ente nei confronti della Regione di una cospicua cifra relativa al 2017 che ammonta a circa 350 mila euro e del fatto che agli Enti delegati non sono ancora state accreditate risorse per l’anno 2018. Si è tuttavia preso atto dell’impegno del consigliere delegato Franco Alfieri di reperire, entro questo mese di ottobre, 80 milioni di euro da mettere a disposizione subito degli Enti delegati.

La Comunità Montana del Fortore ha già proceduto ad anticipare proprie somme di bilancio, sia per completare il pagamento del 2017, sia per l’ulteriore anticipo di pochi giorni fa per il pagamento di aprile 2018.

Relativamente alla programmazione, il presidente Zaccaria Spina ha comunicato che allo stato l’assegnazione del 2018 sarebbe stata decurtata di circa 400 mila euro rispetto allo scorso anno e che tuttavia per poter effettuare una seria programmazione delle attività e dell’organizzazione è necessario conoscere la cifra esatta dell’assegnazione definitiva.

Durante la riunione è stata, poi, condivisa la necessità di avviare un piano che porti alla riqualificazione del personale compatibile con le attività poste in essere e le coperture finanziarie.

Gli altri argomenti trattati hanno riguardato la modifica delle modalità di pagamento dei buoni mensa, l’orario di lavoro e la modifica della settimana corta, la gestione della Cassa Integrazione per eventi atmosferici, l’andamento della campagna AIB (Anti Incendio Boschivo) in via di completamento.

L’incontro si è concluso dandosi appuntamento non appena dalla Regione giungessero notizie più certe sia sull’assegnazione definitiva sia sui relativi accrediti dell’anno 2018.