Dopo circa trent’anni torna ad esporre a Benevento l’artista sannita Enzo Bruglieri, con i suoi originali ritratti, premiati nelle più importanti rassegne mondiali. Saranno quarantacinque le foto scelte che saranno esposte nelle sale della Biblioteca Provinciale “A, Mellusi” al Corso Garibaldi di Benevento a partire da martedì 23 giorno in cui la mostra fotografica sarà aperta al pubblico a partire dalle ore 16,30 per il vernissage di “Ritratti senza tempo: Volti, sorrisi e…. stravaganze!”.
Enzo Bruglieri ha esposto alla Galleria Avis di Bibbiena, a quella di Albano Laziale, al Cupolone di Firenze, al salone mondiale del Lussemburgo, in India a Calcutta ed in altre numerose città, ottenendo ovunque riconoscimenti ed affermazioni. Il critico d’arte Sandro Iovine direttore della rivista FPmag nel numero di febbraio 2015, apre l’Editoriale con la foto di Enzo Bruglieri “Ritratto con fondale dipinto a mano”, la stessa scelta dalla Pro Loco per presentare la mostra di Benevento.
Ecco cosa scrive tra l’altro Iovine nel suo Editoriale: “….. Per questo, e con un chiaro intento provocatorio, apriamo questo numero con una fotografia di Enzo Bruglieri, ottantaquattrenne professionista beneventano, incontrato durante un workshop. Mentre mi mostrava le sue raffinatissime immagini di moda realizzate a Parigi negli anni Sessanta, mi hanno folgorato dei ritratti cari al mondo fotoamatoriale per concezione.
Ma cosa c’entrano dei ritratti in un numero dedicato al paesaggio, alla sua antropizzazione e alle relative conseguenze? C’entra (provocatoriamente, lo sottolineo nuovamente) perché sullo sfondo si intravede un paesaggio, lontana e vernacolare memoria degli sfondi rinascimentali. Ma si tratta di un paesaggio che oggi definiremo virtuale, in quanto non esiste, se non nella fantasia di Bruglieri che lo ha fisicamente dipinto prima di anteporvi i propri modelli”.
“Un grazie va alla provincia di Benevento e alla responsabile della Biblioteca Provinciale Gabriella Gomma per la preziosa collaborazione. E’ una mostra affascinante, sicuramente da visitare – scrive il presidente della Pro Loco Antonio Verga – perché i ritratti di Bruglieri, oltre ad evocare riminiscenze pittoriche, accompagnano il visitatore lungo un discorso narrativo capace di meravigliare e al tempo stesso stimolare sensazioni ed emozioni intense. L’iniziativa, come le precedenti presentate, si colloca nell’ ampio solco tracciato dalla Pro Loco Centro Storico tendente alla promozione dell’arte e della cultura in tutte le sue forme, nel più ampio contesto della valorizzazione del patrimonio naturale, paesaggistico e turistico delle aree interne”.