L’Associazione Culturale Xarte, comunica  la giuria che analizzerà le opere della IVª edizione del Premio Internazionale Assteas per ceramica ed arti plastiche. Il premio divenuto un riferimento in ambito nazionale e per gli artisti, affermati ed emergenti, che operano nel mondo della ceramica e delle arti plastiche in generale.

La giuria sarà quindi composta da: Prof. Francesco Caloia, Prof. Ottaviano D’Antuono, Dott. Chiara Lo  Conte, Dott. Angelo Orsillo, M° Ketty Siani, M° Adriana Ferri, Presidente di Giuria Arch. Carmine Iuorio. Il Direttore Artistico è l’Arch. Emilio Bilotta mentre il Presidente del Premio Assteas è il Dott. Maurizio Caso Panza.

Ha destato molto interesse il tema della manifestazione che è “la fortuna e sue forme” che nelle eccezioni latine riemerge “Homo faber ipsius fortunae” l’uomo è l’artefice della propria sorte a a ciò valgono tutte le combinazioni d’arte possibili e  le derive. Le opere in concorso potranno entrare in una collezione unica ed espositiva delle forme più note che da sempre sono legate alle fortuna, che mai come in questi tempi bisogna esorcizzare. L’artista nella sua realizzazione è libero di realizzare le opere nelle dimensioni che ritiene in quanto non esistono limiti alle dimensioni.

Il premio Assteas nel richiamare gli artisti a sviluppare opere in ceramica ed arti plastiche, vuole dare importanza al più famoso artista ceramista che la storia del nostro territorio ci tramanda Assteas appunto. Va ricordato che è proprio di Assteas il cratere  “Ratto di Europa”,  definito come “il vaso più bello del mondo” e rinvenuto in Sant’Agata de’ Goti e con una peripezia, anch’essa da mitologia, ritornato nel suo territorio.

Per partecipare bisogna scaricare il bando dal sito www.premioassteas.com e compilare l’apposito bando. Le iscrizioni sono aperte sino al 10 marzo 2020.