Una proposta sì innovativa ma soprattutto capace, al di là di proclami temporanei, di dare nuovi slancio e dimensione alla fiera di Morcone. Al termine dell’impegno nell’organizzazione e nella promozione della 46esima edizione della Fiera di Morcone, è quella proveniente dalla CNA Campania Nord (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della piccola e media impresa), col suo segretario campano Francesco Geremia, col suo direttore territoriale dell’area di Benevento, Annarita De Blasio, e con Enrico Vellante, presidente CNA Hub 4.0 (la rete Digital Innovation che accompagna le imprese nel passaggio al nuovo modello produttivo Impresa 4.0, ndr).

Perché non fare in modo che l’evento fieristico di Morcone non diventi uno snodo intelligente nella rete di tutte le fiere campionarie del Mezzogiorno?”.

Perché – continua la Confederazione – non si mette a sistema il coordinamento degli eventi espositivi del Sud, cercando di trovare la quadratura per il rilancio del Mezzogiorno in generale, delle aree interne in particolare?.

L’interazione – proseguono gli esponenti CNA – con tutte le altre fiere campionarie generaliste permetterebbe di evitare ripetizioni, riproduzioni, perdendo, via via, senso e capacità di attrattiva commerciale. Noi, invece, immaginiamo ‘una rete delle fiere’ che si specializzano, ognuna nel proprio settore, divenendo un unicum, trovando collocazione in una rete dalle maglie più ampie“.

Ed è Enrico Vellante a spianare la strada sul modus operandi: “Gli strumenti digitali che mettiamo a disposizione, come CNA, alle imprese, renderanno facile lo sbocco sul mercato globale. Così vogliamo muovere i nostri passi: messa a sistema di un circuito fieristico tradizionale, forte per tale via della sua esperienza, rivoluzione nella programmazione facendosi portatori di nuove idee, corroborate dall’innovazione tecnologica“.