Le attività di indagine poste in essere dai Carabinieri della Compagnia di Montesarchio sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Benevento, scaturite dal ferimento da arma da taglio in Forchia di un 30enne senza fissa dimora, hanno consentito di eseguire un fermo di indiziato di delitto del P.M. a carico di un giovane di 18 anni originario di Arienzo, ritenuto responsabile di tentato omicidio, e di trarre in arresto un 50enne di Forchia per il reato di favoreggiamento personale.

I militari operanti, nel corso delle immediate indagini, hanno accertato che verso le ore 03.00 di ieri 14 agosto 2019, in Forchia, il giovane 18enne, mentre era in compagnia del 50enne, a seguito di diverbio scaturito per futili motivi con l’uomo senza fissa dimora, lo colpiva con un coltello provocandogli una profonda ferita all’altezza del torace. Successivamente i due, mentre il 30enne ferito si allontanava a piedi sull’Appia in direzione Forchia, provvedevano ad eliminare le tracce del fatto e ad occultare il coltello a serramanico utilizzato per commettere il reato.

Dall’escussione di alcune persone informate sui fatti e dalla visione di telecamere di video-sorveglianza privata e pubblica, si riscontrava l’esatta dinamica del ferimento. Il coltello a serramanico delle dimensioni di cm. 17,5 e lama di cm. 8, veniva rinvenuto occultato sotto una pietra in una boscaglia di una frazione del comune di Arienzo e quindi sottoposto a sequestro.

Al termine degli accertamenti e delle formalità di rito, il 18enne, sottoposto a fermo, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Benevento mentre il 50enne, sottoposto ad arresto, è agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa delle decisioni dell’autorità giudiziaria in ordine alla convalida delle misure precautelari e all’adozione di misure cautelari.