Con grande sacrificio la Miwa Cestistica Benevento centra la terza vittoria consecutiva nel campionato di serie C Silver mettendo ko 77-71 al PalaParente una Pallacanestro Trinità dura a morire. I sanniti portano a casa una gara combattuta e in bilico fino a pochi secondi dalla sirena, sopperendo ad un’emergenza dovuta ad infortuni e alla condizione precaria di alcuni elementi in organico. Dovendo fare a meno di Iarriccio e Cavalluzzo, Annecchiarico si è affidato alla buona vena di Carbone e ad un positivo Cavallaro che hanno trainato la squadra al quarto successo in campionato, il quinto se si considera anche quello in coppa Campania contro Cava.
Nel secondo quarto i padroni di casa sembravano aver incanalato la gara sui binari giusti, ma un ottimo terzo periodo degli ospiti ha tenuto in partita gli uomini di coach Ferrara, complice la straordinaria percentuale realizzativa di Fabiano, autore di ben 30 punti complessivi che lo hanno reso il top scorer del confronto. Nell’ultimo quarto la Miwa ha prodotto l’allungo anche grazie alla spinta notevole del pubblico che ha spinto la squadra a non mollare invitandola a portare a casa un successo di fondamentale importanza.
Sono due punti pesantissimi per tante ragioni – commenta Annecchiarico a fine gara -; li abbiamo portati a casa con una grande mentalità e una grande difesa, caratteristiche che dovremmo avere per tutti i quaranta minuti e che invece riusciamo a mettere in campo solo a sprazzi per il momento. Questo consente agli avversari di rimanere sempre in partita, specialmente quando trovano in alcuni loro atleti la classica serata di grazia. Siamo stati bravi soprattutto quando a sei minuti dalla fine, sotto di sei punti, non abbiamo mollato e siamo risorti. Anzi, mi è piaciuto il fatto che ci siamo compattati e abbiamo capito l’importanza del momento sia nell’ottica della singola partita che dell’intera stagione”.
Nell’ultimo periodo si è fatto sentire, e tanto,l’apporto del pubblico del PalaParente: “Quando hai un atteggiamento deciso ti trascini anche il pubblico. Quando hai la voglia di difendere, di recuperare la palla, il pubblico si entusiasma. La gente ormai si è appassionata a questa squadra, lo percepiamo. Ora dobbiamo essere noi bravi a catalizzare ulteriormente l’attenzione sulle nostre prestazioni per far arrivare al palazzetto quanta più gente è possibile”.
Al di là del gioco, comunque, le assenze di Iarriccio e Cavalluzzo impongono di fare attenzione principalmente al risultato: “Era fondamentale vincere senza badare troppo a fronzoli. Non fare punti in casa può comportare tutta una serie di problemi psicologici, con conseguente difficoltà nell’affrontare una settimana di lavoro e preparazione in vista di una trasferta. Detto questo, il nostro campionato deve essere orientato ad obiettivi ambiziosi, quindi mi aspetto che imponiamo il nostro gioco con più facilità e che mettiamo al sicuro il risultato molto prima del finale di partita. Faccio i complimenti alla Pallacanestro Trinità, squadra che ci ha messo in difficoltà disputando un’ottima partita”.
Miwa Cestistica Benevento – Pallacanestro Trinità 77-71 (22-24, 16-8, 14-17, 25-23)
Miwa Cestistica: Credendino 5, Falzarano 15, Salerno ne, Cavuoto, D’Aronzo, Carbone 18, Liparulo 2, De Martino 3, Greco 16, Marino, Cavallaro 18. All. Annecchiarico
Pallacanestro Trinità: Fabiano 35, Piscicelli n.e., Botta 0, Norci 11, Capaccio 6, Durante 1, Ambrosano 18, Campaiola 1, D’Elia n.e., Altavilla 0. All. Ferrara