Pubblico delle grandi occasioni per il ritorno in città del noto attore Mariano Rigillo, accompagnato dalla compagna ed attrice Anna Teresa Rossini. La serata era inserita nella seconda edizione della rassegna “Santa Sofia in Santa Sofia”, promossa dall’Accademia di Santa Sofia di Benevento, con la direzione artistica di Marcella Parziale. Una eccezionale “Lectura Dantis” è stata fatta dai due interpreti. Un viaggio attraverso le storie dei personaggi tanto cari a molti.

Maria Buonaguro, Presidente degli “Amici dell’Accademia”, nel salutare i presenti, ha sottolineato “l’universalità del messaggio dantesco, per cui certi versi del passato rispondono perfettamente alle esigenze dell’anima dell’uomo contemporaneo”. La direttrice artistica della rassegna ha poi presentato i due grossi nomi del panorama artistico italiano, elogiandone le qualità attoriali. A seguire si è entrati nel vivo dei Canti V – XXVI – XXXIII dell’Inferno e il Canto XXXIII del Paradiso, composti dal Sommo Poeta Dante Alighieri e declamati magistralmente dai due ospiti. Applausi a più riprese come omaggio ad una declamazione intensa svoltasi nel suggestivo scenario della Chiesa di Santa Sofia di Benevento, patrimonio Unesco.

Prima dell’interpretazione, spazio alla conversazione storica a cura di Marcello Rotili, il quale ha parlato dei due terremoti che colpirono Benevento, quelli del 989 e del 1125. Tanti furono i danni causati nel nostro territorio da questi fenomeni naturali al tempo davvero poco noti. Prossimo appuntamento da segnare  il 3 dicembre prossimo, alle ore 18.30, presso la Biblioteca Provinciale del capoluogo, con la presentazione del libro “La mattonella di Caravaggio” di Dino Falconio. L’incontro sarà presentato da Aldo Trione, con letture affidate all’attore Pier Paolo Palma.