Carissimi, viviamo questo tempo di difficoltà con molta ansia e tremore, ma la nostra fede in Colui che è Risorto, può e deve trasformare questo tempo, in segno di speranza e fraternità.

“Se Dio è con noi, chi sarà contro di noi?” (Rm. 8,31), non lasciamoci, dunque, intimorire dagli eventi e attendiamo con gioia la fine di questa “quarantena”, vivendola pienamente come Quaresima, sapendo che alla fine di tutto ci sarà la Resurrezione. Questi sono anche i giorni della responsabilità e dell’impegno personale per il bene di tutti.  ANDRÀ TUTTO BENE!

Scriviamolo con i colori dell’arcobaleno, che Dio disegnò nel cielo per riappacificare con Sé l’umanità dopo il diluvio, affinché la morte non avesse mai più avuto la meglio sulla vita (Gen. 9, 8-17).

Esponiamo la scritta sulle finestre e sui balconi delle nostre case, sulle facciate di palazzi, chiese, negozi, ma, soprattutto, incidiamola, con caratteri indelebili, nel nostro cuore, affinché, passata l’emergenza, possiamo testimoniare la nostra conversione e il cambiamento del nostro stile di vita.

Appena l’emergenza cesserà, non torniamo a vivere con egoismo, indifferenza, violenza, arroganza, la nostra quotidianità, avendo la presunzione di essere i padroni della terra dimenticando, invece, che ne siamo solo i custodi e lo siamo per un tempo breve.

La Chiesa Beneventana, ha accolto con gioia l’invito del Santo Padre Francesco, che chiede a tutti, in questo momento difficile, di moltiplicare i gesti di solidarietà per essere accanto, agli ultimi, ai poveri, ai senzatetto, a chi ha perso il lavoro, agli anziani, agli ammalati, agli immigrati.           

La Diocesi attraverso la Caritas, diocesana e quelle parrocchiali, l’ufficio Migrantes, l’ufficio della Pastorale della Salute, si fa vicina alle esigenze di chi è nel bisogno e/o nella difficoltà momentanea, con i servizi che offre quotidianamente:  

Servizi quotidiani:

  • Mensa (con la possibilità di asporto o consegna a domicilio per le persone sole e/o anziane e/o ammalate)
  • Market Solidale (l’accesso alle derrate alimentari avviene previa esibizione del buono che ne garantisce il diritto per il ritiro ed è consentito ad un (1) solo membro per nucleo familiare ad orario prestabilito per un massimo di 15 nuclei serviti al giorno).

In oltre è offerta la possibilità, (previa misurazione della temperatura corporea e della consegna dell’autodichiarazione di non essere sottoposto alla misura della quarantena e di non essere risultato positivo al virus COVID-19 di cui all’articolo 1, comma 1, lettera c), del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020), di poter usufruire degli ulteriori servizi offerti dalla Caritas:

  • Dormitorio;
  • Sala medica,
  • Centro d’Ascolto,
  • Sportello Migrantes,
  • Sportello Sovra-indebitamento,
  • Sportello Advocacy,
  • Sonsulenza psicologica (anche on line).

Per richieste di aiuto ci si può rivolgere alla Caritas diocesana di Benevento:

  • C/o Cittadella della Carità “Evangelii gaudium” Via San Pasquale, 11 nei giorni di Lunedì – Mercoledì – Venerdì dalle ore 9:30 alle ore 12:30;
  • telefonando allo  0824 25508 dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:30  alle 12:30;
  • inviando una E-mail a caritas@diocesidibenevento.it
  • contattandoci sul sito www.caritasbenevento.it
  • sulla pagina  Facebook @CaritasDiocesanaBn

Come battezzati, siamo al servizio di Dio e dell’uomo, di ogni uomo, senza distinzione e differenze, fedeli al comandamento dell’Amore che ci ha lasciato il nostro Signore Gesù (Mc. 12, 28-34), collaborando in piena sintonia con le istituzioni civili e le altre associazioni del Terzo Settore, consapevoli che solo uniti riusciremo a superare le difficoltà di questi giorni.

DUC IN ALTUM ! (Lc. 5,4). 

don Nicola De Blasio                                  dott. Pasquale Zagarese                            don Giuseppe Mottola

Direttore Caritas                                       Ufficio Pastorale Salute                               Ufficio Migrantes