Ieri sera alle 18,30 è stata inaugurata la mostra “Mitiche Visioni. I Teatri di Rubelli. Venezia”, presso palazzo Paolo V, a Benevento, dando così il via alla XXXVI edizione del Festival Città Spettacolo dal tema “Miti, eroi e gente comune”. L’iniziativa è curata da Il Sigillo Gallery, dal 1988 il “salotto” di tessuti d’arredamento, arte e design.
La mostra propone un breve percorso  che parte da una delle stanze vuote di un antico palazzo storico, avvolta per l’occasione, da sete e broccati, damaschi e velluti, con preziosi manufatti. Queste ricchezze hanno vestito personaggi e teatri tra i più importanti al mondo.  Testimonianza di questi eventi sono le foto di scena, le descrizioni tecniche proposte su panelli che si alternano agli antichi manufatti. Rubelli, la storica azienda veneziana ha realizzato un vero e proprio laboratorio di eccellenza, vestendo con i suoi velluti, broccati e damaschi,i  teatri e le dimore storiche, creando costumi di scena e musei famosi in tutto il mondo. Possiamo citare: La Scala di Milano, il Petruzzelli di Bari, La Fenice di Venezia e il Regio Teatro San Carlo di Napoli. Da questi teatri arriva il sogno che si realizza con l’allestimento a Palazzo Paolo V e che dona al visitatore la possibilità di avvicinarsi al palco e respirare un grande amore per la bellezza, lo studio approfondito per raggiungere la perfezione, il genio di scenografi e costumisti creatori di vere e proprie opere d’arte.

Metri di damaschi, broccati e velluti per palchi, sipari, foyer e costumi. Perché allestire un teatro non è cosa facile: è come realizzare un mondo incantato dove lo spettatore avrà la possibilità di perdersi e sognare, tenendo presente le difficoltà tecniche di costruzione e rivestimento. Il cinema con gli splendidi costumi dei film “Marie Antoinette”, film di Sofia Coppola vincitore nel 2007 di un premio Oscar per i migliori costumi, “Le relazioni pericolose” di Stephen Frears, altro premio Oscar nel 1988. Rubelli è presente anche nella moda: Balenciaga, Valentino, Armani, Prada. Gli archivi Rubelli sono linfa vitale per i creatori di una fantasia fatta di eleganza e originalità. Dall’opera, al balletto, dal teatro al cinema fino ad arrivare alle Mitiche Visioni, ritrovando il gusto del bello in un tempo dove spesso si appare senza eleganza e raffinatezza. Sarà possibile visitare la mostra: sabato 5, domenica 6, venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 settembre dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 17 alle 20.