Scorre il tempo… scorre… ed i ricordi ritornano alla mente. Ripensiamo, solo per un attimo, alla felicità di aver finalmente raggiunto una meta insperata. Dopo tante amarezze, soprusi, tradimenti… la nostra squadra è oramai, finalmente, in serie B! Quanti anni sono passati, per me come per tanti altri,  da quando in pantaloncini corti e con la manina ben stretta in quella di mio padre… entrai silenziosamente e con lo sguardo impaurito in quel Meomartini che mi sembrava enorme. Quante cose, da allora, sono cambiate. Quanti amici, purtroppo, ci hanno lasciato e quanti nuovi, di contro, sono entrati nella schiera di quelli con cui esultare, sudare,bere,urlare… vibrare.

Giallo e Rosso dovunque nelle nostre giornat. Giallo e Rosso costantemente impresso  nei nostri sogni e nei nostri cuori . E poi la Curva… le trasferte… i  commenti… i pranzi  iperveloci… le maglie bagnate… il freddo polare ed il caldo infernale. Ora però è B e questo ci basta. Facciamo, quindi, i conti con questa nuova dimensione. Allo stadio si va di sabato! Le trasferte sono più lunghe! Cambiano le abitudini. Dovrà cambiare anche lo stile. Il nostro tifo dovrà distinguersi. La nostra capacità di accoglienza dovrà essere messa in bella mostra. Le concorrenti campane ci guarderanno. Dovremo dimostrare di essere… massicci e fieri. Le concorrenti sparse per lo stivale… ci aspetteranno al varco.

Utilizziamo l’occasione per far incrementare, NOI tutti, un turismo che stenta a decollare. Dovremo, per questo, essere pronti ed organizzati. Cerchiamo di far conoscere al meglio le nostre bellezze e le nostre eccellenze. La battaglia la dovremo vincere noi tifosi fuori dallo stadio ed i nostri “ragazzi” sul rettangolo di gioco. Polemiche, incubi, insicurezze, prese di posizione sterili…vanno immediatamente archiviate. C’è il tempo delle chiacchiere e quello dei fatti. Ora, ad esempio, è il momento di abbonarsi… di dare un segnale forte di presenza, di costruire un nuovo look della nostra comunità sportiva che non sia solo esteriore ma che coniughi l’imprenditorialità dell’avventura con la capacità di darle un futuro.

Si preparino nuovi cori, si pensi ad un inno ufficiale della squadra, si riapra lo store, si costruiscano eventi collegati. L’economia di una intera città potrebbe risentirne positivamente se tutto non fosse lasciato al caso. Ci sono amichevoli da proporre, conferenze da tenere, immagini da affidare alla stampa locale e nazionale. Serriamo le fila! Aiutiamo a tener pulite le zone interessate. Sosteniamo i nostri colori. Il capitano… divenuto ufficialmente lo “ZIO” di centinaia di tifosi, con il suo carattere spumeggiante e con la sua capacità aggregativa, amalgamerà lo spogliatoio. Noi tutti aiutiamolo portando avanti il lavoro fatto dai gruppi organizzati… Tifiamo tutti… insieme… con una sola voce… dalla Curva… dai Distinti… dalla Tribuna. Nelle ultime partite erano tantissime le donne presenti, tanti i giovani provenienti dalla Provincia, tanti i bambini con i genitori. Che il sabato sia, per concludere, sempre una grandissima festa.

Rimbocchiamoci le maniche e… prepariamoci. La B ci sta aspettando!