Se Luca Aquino, direttore artistico di Riverberi voleva stupirci con effetti speciali, è riuscito nella impresa! Il risultato della serata inaugurale, tanto attesa, è stato all’altezza delle aspettative con l’artista poliedrico come Hakon Kornstad. La fantasia, la tecnica, la sua emozione hanno raggiunto il pubblico senza barriere  coinvogendo la platea senza esitazioni. La sua performance, realizzata con sassofono,  il suo “flutonett” (flauto accoppiato con un boccaglio di clarinetto) e la sua voce da tenore ha creato un’atmosfera particolare tra concerto lirico, jazz e melodie d’opera, canzoni napoletane classiche, ballate ed improvvisazioni. Un insieme che ha creato una magica sinergia senza frontiere, ricca di patos, simpatia ed empatia. Kornstad è entrato in sintonia con la platea lasciando negli ascoltatori l’esigenza di riascoltarlo ancora. Hanno concluso la serata i musicisti della Banda del Bukò che hanno presentato il cd “Rosmarinus”, prodotto da Riverberi e dalla Crocerossa Italiana. Ed è stato proprio il presidente della CRI comitato provinciale di Benevento, Stefano Tangredi, a premiare la band sottolineandone l’impegno e la tenacia. I musicisti hanno poi coinvolto il pubblico con le loro canzoni e hanno dedicato la serata e il loro disco al giovane musicista recentemente scomparso Emanuele Vicerè. Grande partecipazione di pubblico quindi per una serata di inizio che vede in programma oggi  16 luglio nei giardini di Palazzo Casiello Paolo Angeli, chitarrista e compositore sardo, con il suo spettacolo “Solo per Chitarra Preparata”, ovvero il suo incredibile strumento a 18 corde (6 normali, 8 posizionate di traverso e 4 sospese). Domani 17 luglio al Chiostro di Santa Sofia doppia esibizione: il paesologo Franco Arminio recita un testo di sua produzione, “Ospitalità”, accompagnato dai musicisti Pasquale Pedicini e Sergio Casale, a seguire la straordinaria voce di Maria Pia De Vito e le melodie del piano di Huw Warren in “Dialektos”, una miscela di sonorità brasiliane e napoletane che si contaminano alla perfezione. Il 18 luglio presso i giardini della Rocca dei Rettori è previsto prima il rapper Shark Emcee in uno show costruito su misura per Riverberi, in versione unplugged con la chitarra di Marco Taddeo, poi il direttore artistico Luca Aquino presenterà al pubblico il suo ultimo lavoro “OverDOORS”, un disco-tributo alla mitica band statunitense uscito da poche settimane. Il 19 si chiude la parentesi di Benevento città all’Hortus Conclusus con la presentazione del nuovo libro di Isabella Pedicini “Ricette Umorali – Il Bis” e quello di DonPasta “Artusi Remix – Viaggio nella cucina popolare italiana”, con annessi dj-set e performance culinaria. Dal 31 luglio il festival riprenderà con le molteplici tappe in provincia.