Madama Ignoranza sta straripando dal televisore come un Blob. La massa molliccia invade il soggiorno, si espande in cucina. Nell’inesorabile marcia si infila sotto la porta d’ingresso, esce, scivola lentamente da un gradino all’altro. La scalinata è ricoperta, sotto la forma viscida, da cose sbagliate, inaudite: la laureanda non riesce a spiccicare parola alla domanda su un pittore italiano di nome Renato; l’on. Monti diventa, ipso facto, presidente della nostra Repubblica; manca una sola lettera alla parola “bradisi_mo,” ma la concorrente aspirante magistrato (Dio non voglia!) non ci arriva…

Il Blob sta per uscire dal portone ed espandersi nella piazza. La fluida materia mette paura; non si arresta; ricopre il marciapiede e si avvia alla piazza, senza soluzione di continuità. Il nutrimento, ahinoi, non le manca poiché è una fiumana inesauribile di strafalcioni  che continuamente escono dalle bocche dei concorrenti: si stenta a crederci!

Si viaggia nel tempo e nello spazio a casaccio. Ma la Cultura, da noi, è proprio defunta? E quanta faccia tosta ci vuole ancora prima che si provi vergogna? Una risata ci seppellirà? No, il Blob ci soffocherà.

 

Qui la prima puntata: http://www.beneventoforum.it/la-nemica/