Proviamo ad immaginare una scena… siamo pronti in salotto a guardare in TV la partita della nostra squadra del cuore. Abbiamo preparato tutto: gli amici sono arrivati, la pizza fumante davanti a voi, fischietti, trombette e maglia d’ordinanza quando all’improvviso ci accorgiamo che… manca la birra!

Sgomento, palpitazioni, panico totale e un evento gioioso rischia di trasformarsi in un incubo perché manca la protagonista indispensabile per godersi la serata. Ma mentre noi possiamo sempre rimediare scendendo sotto casa e acquistando il prodotto nel primo bar o supermercato ancora aperto, sembra che in Russia la birra stia finendo proprio dappertutto.

Eppure i Mondiali di calcio sono iniziati da appena sei giorni e già impazza la ricerca disperata della bevanda. Si, proprio così! La birra in Russia inizia già a scarseggiare e non che i russi non fossero preparati alle orde di tifosi che tracannano birra tutto il giorno ma non avevano immaginato minimamente che bevessero così tanto. Sembra infatti che l’incessante consumo di birra e i tempi di attesa per ricevere i rifornimenti stiano mettendo in crisi diversi locali della capitale russa.

L’Agenzia di stampa “Reuters” ha raccontato che negli ultimi tre giorni sono stati consumati circa 900 litri di birra. “Eravamo pronti per questo grande evento”, ha dichiarato un cameriere al canale televisivo “Foxsport”, “ma non credevamo che i tifosi bevessero esclusivamente birra. Lunedì abbiamo quasi finito tutte le scorte e ora siamo in attesa dei rifornimenti che tardano ad arrivare, le persone sono davvero tante…”.

Ed ora i tifosi come faranno? Bere analcolici andrà bene lo stesso o rischieranno di rimanere a secco?