Il vino è da sempre un riferimento tangibile cui la storia spesso riscopre come appunto è accaduto nella IIIª edizione del Premio Internazionale Assteas che a seguito della richiesta di vari artisti e viticoltori ha inserito le sezioni di bicchieri e bottiglie realizzate in  ceramica e arti plastiche.

Il premio –  ci viene comunicato dal Presidente Maurizio Caso Panza, ideatore della manifestazione – è divenuto un riferimento per gli artisti che operano nel mondo della ceramica e non solo e che quest’anno ha come tema appunto ‘il vino’ nelle sue possibili espressioni e derive anche a evidenziare e diffondere che il Sannio è  Città Europea del Vino 2019”.

L’artista è libero di realizzare le opere nelle dimensioni che ritiene in quanto non esistono limiti. La selezione avverrà da parte dal direttivo Xarte mentre per decretare le opere vincitrici ci si affiderà ai social e alle pagine del Premio Internazionale Assteas nonché a qualificati giudici.

Le novità di questa edizione sono numerose in particolare aderire alla manifestazione è assolutamente gratuito in aderenza al CirPart (circuito dei premi d’arte certificati) mentre se interessato l’artista può richiedere il catalogo cartaceo al costo di 25 euro.

Lo ricordiamo che il premio Assteas nel richiamare gli artisti a sviluppare opere in ceramica ed arti plastiche, vuole dare importanza al più famoso artista ceramista greco Assteas appunto.

Per partecipare bisogna scaricare il bando dal sito www.premioassteas.com e compilare l’apposito modulo. Le iscrizioni sono aperte sino al 31 maggio 2019.