Gli ultimi giorni del festival hanno sancito il successo e la solidità della manifestazione diretta da Antonio Frascadore. L’organizzazione dell’evento è stata impeccabile e attenta, non lasciando margine a chi avrebbe potuto lamentarsi o restare scontento. Tra i primi dieci festival in Italia, il BCT è diventato fiore all’occhiello della città, orgoglio di politici e semplici cittadini che, a giusta ragione, se ne vantano sottolineando ogni singolo risultato ottenuto dal direttore Frascadore. A lui dobbiamo questo evento che, ormai al suo terzo compleanno, può solo crescere e far crescere la comunità intera, auspicando che possa sopravvivere a lungo. Per questo anno, uno dei momenti importanti (tra i numerosi avvenimenti) che ha vissuto la città è stata la prima Nazionale del film “Vita Segreta di Maria Capasso”, il 14 luglio, tratto dall’omonimo romanzo di Salvatore Piscicelli. Quest’ultimo dirige in modo impeccabile la protagonista Luisa Ranieri, che veste i panni di una affascinante e intensa donna napoletana, apparentemente tranquilla. Un’eroina moderna che si trasforma in assassina per salvare se stessa e suoi sogni. Senza farsi coinvolgere dalle emozioni, costruisce il suo futuro e quello dei figli, dopo il lutto del suo amato coniuge, il dolore la rende una roccia ruvida e impossibile da scalfire. La Ranieri conferma la sua bravura attraverso l’espressione della statuaria “Maria” che nella sua bellezza nasconde la crudeltà assoluta. Affiancata da Daniele Russo, interprete capace e affiatato e  da un cast ben scelto. Dal 18 luglio il film sarà nelle sale italiane prodotto da Palomar, Zocotoco con Vision Distribution.

Il 14 luglio è stata anche l’ultima serata per il festival che ha visto Antonio Frascadore premiato dal Sindaco Clemente Mastella durante la serata a Piazza Roma. Ospiti dell’incontro gli attori Francesco Pannofino, Paolo Calabresi e Alessandro Tiberi, protagonisti della famosa serie tv “Boris”. I tre hanno tenuto viva la serata con battute e tormentoni, simpaticamente hanno risposto alle domande del pubblico e interagito con i numerosi fan.

Nei giorni precedenti:  iI 12 luglio il tanto atteso Lian Cunnigham è arrivato, ha divertito e coinvolto il pubblico con battute tra il serio e il faceto, lasciando una scia di affettuoso e sincero attaccamento al suo calice di vino, al buon cibo e alla bellezza del nostro paese. Benevento, dunque, affascina anche le star internazionali, che partendo ricorderanno per sempre il buon sapore dei prodotti della nostra terra, fonte di benessere e stracolma di fascino storico e paesaggistico. Tra i monumenti illuminati della Benevento da vivere hanno colloquiato Elena Sofia Ricci, elegante e unica, ha affascinato il pubblico per due ore, Margherita Bui, si è raccontata e ha narrato momenti della sua carriera di attrice, l’elegante e giovanissima Marianna Fontana e l’entusiasmante e ironico Chef Rubio.

La pioggia non ha fermato la serata del 13 luglio che ha visto protagonista indiscussa Claudia Gerini, in una performance di lettura non facile e ben strutturata scritta da Anna Aquilone, da un’idea di Antonio Frascadore, per la regia di Massimo Cinque e affiancata dall’orchestra del conservatorio di Benevento diretta dal maestro Luigi Ottaiano. La piecè teatrale diventa sigillo di sinergia tra il cinema, il teatro, l’opera visiva e racconta di Monica Vitti, attraverso fotografie straordinarie, stralci di pellicole indimenticabili, parte del patrimonio cinematografico e artistico del cinema italiano. Il testo fa onore alla vita di una donna indimenticabile, diva moderna, capace di realizzare personaggi diversi tra loro per comunicare in modo unico la passione, il dolore, l’ironia e la comicità in un equilibrio assoluto. Gli altri palchi hanno ospitato l’affascinante attrice Sarah Felberbaum, la nota giornalista Franca Leosini, l’eclettico regista Saverio Costanzo e l’esilarante comico Frank Matano.

Al prossimo anno.