Abbiamo sempre avuto come obbiettivo far conoscere nel mondo la storia di Assteas attraverso il premio”, ci scrive il presidente del premio internazionale Assteas dott. Maurizio Caso Panza, “così che le nostre collaborazioni in ambito internazionale sono aumentate di anno in anno perché Assteas stimolava curiosità e fascino portando lustro di conseguenza agli artisti partecipanti come alle opere e stimolando a visitare il territorio dove Assetas ha operato”.
In linea con tali obbiettivi, divenuti di anno in anno sempre più ambiziosi, per questa Vª edizione del Premio Internazionale Assteas nella giuria del premio vi è Katarzyna Krolikowska-Pataraia, docente di Conservazione dell’Accademia di Belle Arti e Restauro di Varsavia, con dottorato di ricerca presso l’Università di Scienza della Vita e che si occupa di ceramica dal 2009 essendo membro della Polish Ceramic Association.
La direzione artistica del premio è assegnato all’arch. Emilio Bilotta di Ariano Irpino, la direzione critica è assegnata alla dott.ssa Antonella Nigro, docente, storica e critica dell’arte di Agropoli. Nella giuria, unitamente a Katarzyna, vi è Salvatore Oppido, già docente, accademico ed artista, mentre quale presidente di giuria Gaetano Branca, della fornaci BrancaTerra di Carife.
Il tema della manifestazione è “la natura e l’ambiente” e già numerosi artisti hanno manifestato l’intento di esserci. L’artista nelle sue espressioni è libero di realizzare le opere nelle dimensioni che ritiene in quanto non esistono limiti alle dimensioni. La selezione avverrà da parte dal direttivo Xarte mentre per decretare le opere vincitrici ci si affida alla giuria.
Il premio Assteas, nel richiamare gli artisti a sviluppare opere in ceramica ed arti plastiche, vuole dare importanza al più famoso artista ceramista che la storia del nostro territorio ci tramanda, colui che creò il cratere “Ratto di Europa”, definito come il vaso più bello del mondo, rinvenuto in Sant’Agata Dei Goti e con una peripezia, anch’essa da mitologia, ritornato nel suo territorio.
Maggiori informazioni dal sito www.premioassteas.com.