Venerdì 17 novembre presso la Camera di Commercio di Benevento si terrà, a partire dalle ore 16.30, un incontro di studio dal titolo “Il futuro dell’osso tra vecchi e nuovi dualismi”. L’iniziativa è organizzata e promossa da Futuridea, organizzazione da sempre impegnata sul tema dello sviluppo delle aree interne.
Continua il nostro programma di incontri e dialoghi – dichiara Carmine Nardone, presidente di Futuridea – dedicati ai temi dello sviluppo delle aree interne con un pomeriggio di studio e riflessione insieme a diverse associazioni meridionaliste. Discuteremo di marginalità e desertificazione sociale puntando l’attenzione su quanto accade da decenni nel Mezzogiorno d’Italia. La nostra riflessione – conclude Nardone – prende a prestito la splendida metafora dell’economista meridionalista Manlio Rossi Doria che utilizza l’immagine dell’osso e della polpa per spiegare la diversa distribuzione di risorse tra le aree interne che rappresentano l’osso e le aree pianeggianti ed irrigue del paese che invece rappresentano la polpa, ovvero aree ricche di risorse e con minore diseguaglianza sociale”.
L’appuntamento organizzato da Futridrea sarà anche l’occasione per ospitare la relazione Adriano Giannola, Presidente Svimez che presenterà il Rapporto Svimez 2017. A Carmine Nardone, Presidente di Futuridea toccherà la presentazione della relazione dal titolo “Disuguaglianze globali e povertà locali rischio di desertificazione sociale in Campania”. Francesco Saverio Coppola, segretario generale Associazione Guido Dorso, interverrà invece sul ruolo delle associazioni meridionaliste. Conclusioni affidate ad Antonio Bassolino ex governatore campano e Presidente della Fondazione SUDD. Coordina Salvatore Esposito, ideatore di chefaremagazine.it