Unanime ed entusiasta apprezzamento per Falanghina del Sannio e olio Cuore di Ortice dell’azienda agricola Torre a Oriente sulla tavola di Rehinhold Messner e degli altri autorevoli operatori invitati alla cena spettacolo pre opening del 28^ Merano Wine Festival.
L’azione di marketing, attivata da Valisannio e Consorzio Sannio Tutela Vini, fa da apripista all’apertura dello spazio Casa Sannio, vetrina dei vini sanniti nel cuore pulsante di Merano, da sabato a martedì prossimo.
Grasso, vicepresidente della Camera di Commercio, intervenuto all’inaugurazione dello spazio:“È essenziale consolidare l’immagine già affermata e continuare a investire per far crescere il Sannio in termini di notorietà e penetrazione dei mercati”.

Espressioni di stupita ammirazione, calici e vuoti e tracce d’olio sulle tavole ben disposte tra gli stucchi e sotto le volte affrescate della sala grande del Kurhaus di Merano, danno il segno del successo che l’esclusiva platea ha tributato a due delle eccellenze produttive dell’agroalimentare sannita. Lo chef Gianluca Gorini ha proposto per la Falanghina un sofisticato abbinamento: blinis con caviale, gusci di lumache con polpa e perlage di chiocciola.
Dal palco il Wine Hunter Helmut  Kocher, ideatore della kermesse, non ha mancato di celebrare Sannio Falanghina Città Europea del Vino, illustrando anche l’immagine creata dall’artista sannita di fama mondiale, Mimmo Paladino.
Una serata da star, insomma, per la Falanghina e il Sannio, frutto della partnership tra Valisannio, Camera di Commercio di Benevento, Consorzio Sannio DOP e gli organizzatori del festival.
“Il Sannio, la Falanghina e in generale tutte le nostre migliori produzioni agroalimentari, grazie all’impegno delle aziende e al supporto istituzionale anche del nostro ente – ha dichiarato Aurelio Grasso, vicepresidente della Camera di Commercio di Benevento – hanno intrapreso da tempo politiche strategiche per accrescere la presenza e la notorietà nei mercati nazionali e internazionali. Molto resta ancora da fare e le azioni ben mirate all’interno di una rassegna prestigiosa come quella di Merano sono essenziali per consolidare i risultati già raggiunti e aprire ulteriori prospettive di crescita del sistema produttivo Sannio”.
Oggi, intanto, verrà aperta Casa Sannio lungo in corso principale della cittadina altoatesina e proprio  innanzi all’ingresso principale della manifestazione.
Uno spazio ampio dedicato alle degustazioni curate e guidate dai sommelier della delegazione AIS di Benevento, capitanata da Mariagrazia De Luca. Non mancheranno show cooking.
In scena il cuoco Daniele Luongo, della Locanda della Luna di San Giorgio del Sannio, che proporrà carrati (pasta di casa) di Pietraroia con ragù di ciavarra (agnello) e la classica padellaccia beneventana (spezzatino di maiale con peperoni sott’aceto fritti