Grande partecipazione per il compianto capitano Carmelo Imbriani, nella serata a lui dedicata dalla Curva Sud del Benevento in via D’Azeglio, rione  Libertà.

Partecipe alla serata con ricordi e testimonianze legati all’indimenticata bandiera del Benevento, la società giallorossa che ha voluto omaggiare durante la serata la famiglia Imbriani, rappresentata da Diamante Imbriani, di una maglia con il suo numero 7 e la scritta “sempre”, a prova che, come ha voluto sottolineare il presidente Oreste Vigorito – “ in questo caso la parola importante non è insieme, ma sempre. Perché lui ci sarà sempre”.

Non sono mancati aneddoti e ricordi di altri atleti come Ghigo Gori, Lollo Del Pinto, Gigi Molino , Antonio Maschio, Pedro Mariani, Alessandro Cagnale e dell’ex presidente Pino Spatola. Presente anche il mister Pippo Inzaghi che ha evidenziato l’importanza di simili figure nel mondo del calcio.

Un emozionatissimo sindaco Clemente Mastella ci racconta un Carmelo sognante con la voglia di diventare calciatore che con la massima umiltà riesce ad approdare al Napoli, nonostante sia partito da un piccolo centro come Ceppaloni.

Eloquente la sua frase: “Non è lui che doveva dire di essere mio nipote, ma sono io che di dico di essere lo zio di Imbriani”.

Una partecipazione molto sentita che mostra quanto Carmelo sia più vivo che mai, un’occasione, l’ennesima, per ricordare a tutti quanto sia diventato un simbolo fondamentale della città, un’icona che incarna i valori del calcio vero e pulito, ricordando le sue qualità morali, la sua umiltà, la dolcezza di padre eccezionale e atleta dal grande sacrificio, che amava la sua terra e la sua gente , come ha voluto evidenziare il patron giallorosso.

La sorella Diamante e il fratello Giampaolo Imbriani, ricordano il progetto “Un campo per Carmelo” che ha portato quest’anno all’intitolazione di una struttura sportiva in Tanzania proprio a Imbriani.

Infine i tifosi. La Sud, vera e unica artefice di uno spettacolo inimitabile.

Gli ultras giallorossi hanno preparato l’evento già da svariati mesi nei minimi particolari, pronti a onorare ancora una volta il proprio capitano riuscendo a donare alla città un murales che è destinato a restare lì per sempre, a memoria di un calciatore che ha dato tutto se stesso per la causa giallorossa. Un’immagine riservata anche alle generazioni future che sapranno quanto sia stato grande Carmelo Imbriani.

Cori, fumogeni e applausi da parte dei tifosi per la maestosa opera realizzata dagli artisti sanniti Domenico Tirino e Caterina Ceccarelli , in arte Naf-Mk voluta dalla Sud in collaborazione con l’associazione “Imbriani non mollare”, rappresentata da Giampaolo, fratello dell’ex calciatore sannita.

Una serata emozionante ed indimenticabile che si è conclusa svelando il murales dedicato allo storico capitano.

Un telo giallorosso su un palazzo di 12 metri che piano piano mostra la figura di Imbriani sulle note della colonna sonora de “Il Gladiatore” tra applausi, commozione e i cori dei tifosi.

Carmelo Imbriani e la Curva Sud, uniti dal grande amore per il Benevento Calcio e i colori giallorossi.

Carmelo vive e continuerà a farlo nelle belle cose che verranno realizzate ancora nel suo nome.