L’Accensione dell’Albero di Natale nella centralissima Piazza Unità d’Italia a Dugenta è ormai diventato un momento atteso che sta prendendo forma come parte integrante della tradizione locale. Tutto si è compiuto come un immancabile momento, la sera dell’Immacolata. Tantissime le persone presente per un appuntamento che ha dato il via alle festività natalizie. Con sorpresa sono giunti tanti curiosi anche dai paesi vicini, coinvolti da un programma ricco di momenti piacevoli da poter trascorrere insieme.

Tanta musica, ottimo vino e le caldarroste hanno fatto da cornice ad una gradevole serata organizzata dall’amministrazione comunale.

La manifestazione è stata possibile grazie all’impegno di tutte le associazioni presenti sul territorio. Durante la serata sono state vendute anche le Stelle di Natale dell’Associazione Italiana Leucemia, segno tangibile del gran cuore che la gente di Dugenta ha dimostrato anche quest’anno.

Soddisfatto il primo cittadino Clemente Di Cerbo ha commentato: “Sono rimasto particolarmente contento nel vedere tantissimi bambini che si sono lasciati coinvolgere dallo spirito natalizio grazie alle musiche dal vivo. Abbiamo colpito nel segno, riuscendo a mettere in piedi un evento che ormai è entrato nel Dna della nostra comunità. Molte persone, è questo ci fa oltremodo piacere, ci hanno invitato a proseguire lungo tale sentiero. Voglio ringrazia tutti quelli che hanno preso parte a questa bella serata di convivialità, soprattutto chi si è impegnato per rendere tutto questo possibile”.

È questo l’inizio di una serie di attività che animeranno la comunità di Dugenta per tutto il periodo di Natale. Di Cerbo a tal proposito ricorda: “Ci saranno diversi momenti animati dai bambini delle suore e del Plesso Scolastico. La sera del 29 dicembre festeggeremo tutte le coppie che compiono 25 e 50 anni di matrimonio. Sarà una grande giornata voluta dall’amministrazione per rendere il loro augurio alle famiglie. Quindi il 30 dicembre ospiteremo il raduno diocesano con la ‘Marcia della Pace’ voluta da Papa Francesco. Abbiamo accolto con favore e piacere l’invito del Vescovo Domenico Battaglia di tenere nella nostra comunità l’evento. Patiremo dalla chiesa parrocchiale e concluderemo nella chiesa di Sant’Andrea Apostolo. Il giorno della Befana avremo un altro evento particolare e divertente per i bambini. Quindi in diversi giorni ci sarà la classica tombolata”.