Ieri pomeriggio, il Comandante della Stazione Carabinieri di Paduli ha consegnato alla Caritas parrocchiale derrate alimentari, frutto della raccolta fatta tra i diversi operatori, a favore delle famiglie meno abbienti della nostra cittadina. A nome di tutti sento di dire un grazie sincero ed affettuoso al Maresciallo Cavuoto e ai suoi commilitoni per questo gesto di particolare vicinanza alle persone più in difficoltà. Ancora una volta, come tra l’altro è nella sua storia, l’Arma dei Carabinieri si rende presente in maniera fattiva sul nostro territorio rappresentando sempre più un baluardo di legalità ma anche di vicinanza ai cittadini nei momenti più critici della storia.

Approfittiamo per ringraziare per l’ottimo lavoro che in questo periodo stanno svolgendo per evitare la diffusione del contagio a tutela di ciascuno di noi. Il loro operare potrebbe suscitare qualche perplessità, ma è sicuramente un’azione volta al benessere collettivo. Far rispettare le regole anche con un po’ di rigore in questo momento lo considero un’opera di carità sociale, volta alla tutela del diritto alla vita. Paduli è un paese con molti anziani e tutti dobbiamo attenerci alle indicazioni delle autorità se vogliamo evitare che il “morbo crudele” porti via una generazione intera come è accaduto in questi giorni in varie parti d’Italia e del mondo. Grazie ancora a tutti i Carabinieri di Paduli e dell’Italia intera per il generoso servizio che svolgono a favore del popolo italiano.”