Deteneva in uno scantinato cocaina, eroina e marijuana, il pusher arrestato ieri dagli uomini della Squadra Mobile di Benevento.

Gli operatori, attraverso attività investigative preliminari, avevano appreso che lo spacciatore fosse solito occultare le sostanze in una cantina dello stabile in cui abitava, per poi cedere le dosi ai vari acquirenti.

Così gli agenti, dopo aver individuato il nascondiglio della sostanza, si sono appostati, attendendo pazientemente l’arrivo dell’uomo.

Dopo una lunga attesa, il pusher è stato beccato proprio mentre prelevava parte dello stupefacente dal luogo di occultamento.

Indosso all’uomo sono state quindi trovate 12 dosi di cocaina appena prelevate, unitamente ad una somma di denaro di oltre 100 euro, riconducibili all’attività di spaccio.

Nel nascondiglio ricavato in una fessura di un muro, sono stati poi rinvenuti circa 12 grammi di cocaina da confezionare, un bilancino di precisione, dieci dosi di eroina ed un involucro di marijuana.

Nel corso della successiva perquisizione in casa gli agenti hanno infine trovato circa 500 euro, altre dosi di eroina, un bilancino e della sostanza da taglio.

Per l’uomo, un cinquantottenne beneventano con diversi precedenti, sono così scattate le manette, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio ed è finito in carcere.