…dai luoghi della vertigine…” è un progetto di Enzo Mirone che si muove su trampoli e ha come obiettivo quello di incontrare, condividerne la quotidianità e raccontare la vita di bambini e adolescenti in diverse parti del mondo con una particolare attenzione a quelle realtà penalizzate da condizioni di emarginazione e disagio. Insegnare ad usare i trampoli allo scopo di realizzare il miracolo di un incontro al di là di ogni differenza e di ogni barriera. Seminare la vertigine per stimolare la consapevolezza delle proprie possibilità e spingere oltre la soglia dei propri limiti. Mettersi in viaggio per concretizzare una visione attraverso un gesto chiaro, umile e d’arte.

www.facebook.com/dailuoghidellavertigine/

La prossima tappa del progetto, l’ennesima del CAPITOLO1_Africa: delle RADICI e delle ALTEZZE, sarà realizzata in gennaio. A questo scopo, è stato attivato un crowdfounding per finanziare il sostenimento delle relative spese, prima fra tutte, la costruzione di nuovi trampoli.

Attualmente sono al lavoro tre gruppi di trampolieri già formati a Dakar e a Sossop, un piccolo villaggio nell’entroterra (Senegal) e a Balanghar (Gambia). L’obiettivo è quello di approfondire il lavoro con questi gruppi per la creazione di una parata e uno spettacolo di strada e quello di formare altri gruppi in luoghi già individuati grazie alla collaborazione di associazioni con le quali sono in contatto.

PERCHÉ I TRAMPOLI

15592474_902228606544416_1149908119_nIl lavoro con i trampoli permette la sperimentazione, nel gioco, di un nuovo equilibrio del corpo, un suo diverso assetto e uno spostamento “vertiginoso” dello sguardo che si leva in alto per esplorare da una diversa prospettiva la realtà alla quale si è abituati. Unisce l’aspetto ludico legato alla loro pratica alla disciplina necessaria al loro utilizzo. È possibile divertirsi e, allo stesso tempo, allenare e sviluppare la concentrazione necessaria a conservare l’equilibrio. Non è solo un gioco, per quanto appassionante. Una disciplina del corpo e della mente.

La mia sfida sta nel partire con un bagaglio leggerissimo e nel creare dal niente, attraverso mezzi semplici e “relativamente poveri”, un piccolo miracolo. Allora succede che i trampoli si trasformano in ponti che accorciano le distanze e la loro pratica un importante momento di condivisione, buono per osservare e per conoscere, per comprendere allo scopo di raccontare nella maniera più sincera possibile e per rendere tutti quelli coinvolti partecipi a loro volta dell’esperienza di tutti.

La mia idea è quella di creare una rete di contatti, interazioni e scambi, a più livelli, tra i diversi luoghi della vertigine, tra i diversi gruppi di trampolieri. Quanto più saranno distanti questi luoghi tanto più robusti dovranno essere i trampoli su cui si muoverà il progetto.

Questo crowdfounding ha lo scopo di far conoscere questo lavoro e renderne partecipi un numero sempre più cospicuo di persone.

https://www.produzionidalbasso.com/project/dai-luoghi-della-vertigine/

Può un semplice gioco originare una piccola rivoluzione? Io ci credo e ci provo. Questo è il mio piccolo contributo, il mio pegno di riconoscenza. La mia cima da raggiungere, l’altezza da cui desidero sporgermi

Associazioni ed enti privati che fino ad ora hanno, in vario modo, ospitato e sostenuto questo progetto:

ENERGIA PER I DIRITTI UMANI ONE LOVE ONLUS DIRITTI AL CUORE AID INDIA I BAMBINI DI ORNELLA LA CASA DI IBRAHIMA EMPIRE DES ENFANTS TEATRO DELLE ROSE

Tutte le associazioni o i privati che, in qualche maniera, si occupano di infanzia e adolescenza in situazioni di disagio o di emarginazione interessate a questo progetto possono contattarmi allo scopo stabilire un confronto e, qualora fosse possibile, una collaborazione.

CHI SONO:

Enzo Mirone (1973 – data da definire). Sono un attore_clown, performer, formatore e regista di teatro.

Dal 2000 lavoro in sede di laboratori di formazione e spettacoli teatrali, con bambini e ragazzi in contesti socio – culturali anche molto diversi.

Attualmente svolgo il più rigorosamente possibile questo mio lavoro ideando, progettando e realizzando laboratori, performance, spettacoli e concerti in collaborazione con enti pubblici e privati, associazioni, università, scuole e con chiunque voglia condividere il mio bagaglio tecnico – poetico.

“…dai luoghi della vertigine…” è il progetto che convoglia e finalizza, nel tentativo di raggiungere un obiettivo molto ambizioso e di dare corpo ad una personale concezione dello stare al mondo e del maneggiare gli strumenti dell’arte, la totalità delle energie dell’uomo e del professionista.

www.facebook.com/dailuoghidellavertigine/