Mercoledì 25 novembre, alle ore 18.30, la Fondazione Gerardino Romano, presso la sede sociale di Piazzetta G. Romano 15, Telese Terme (BN), ospita gli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore Telesi@ di Telese Terme. L’incontro, coordinato dal prof. Felice Casucci, racconta storie scolastiche dal punto di vista dei fruitori/attori.

Tra le altre: la Reporteen School, che fa riferimento alla prima Web TV italiana interamente dedicata agli studenti, che ha dato luogo a uno speciale stage formativo presso il Vivaio Scuole del Padiglione Italia di EXPO, in cui gli studenti ne hanno illustrato l’esperienza; la Scuola estiva di Archeologia e Antropologia dell’Alimentazione, che fa parte del progetto “Le A del Telesi@”, con l’obiettivo di far riflettere gli studenti sull’importanza dell’archeologia come mezzo di riscoperta di sapori e tecniche produttive antiche traducibili poi in risorse per il territorio, terminata con una visita a EXPO, dove l’intero percorso è stato presentato presso il Vivaio Scuole del Padiglione Italia, con una lezione sul campo presso lo stand di Confindustria; la Scuola estiva di Astronomia, figlia di una proficua collaborazione tra il Telesi@ e la SAIT (Società Astronomica Italiana); la Calesi@, impresa nata dall’adesione degli studenti del LES (Liceo Economico Sociale) al Programma “Impresa in azione – Junior Achievement”, sostenuto dal MIUR con lo scopo di incoraggiare lo spirito imprenditoriale nella Scuola, promuovendo la creatività, l’uso consapevole delle risorse, il coraggio e la responsabilità del rischio, tipico di una vera realtà imprenditoriale. Tutti casi di partecipazione attiva degli studenti alla vita scolastica per ripensare e riprodurne esiti non scontati.

Tutti i video relativi agli incontri settimanali sono visibili sul sito della Fondazione (www.fondazioneromano.it) nella Sezione “Mercoledì culturali”.

“Fondazione in Controluce” è l’iniziativa pilota curata da Fondazione Gerardino Romano e Gruppo collaboratori del giornale dell’Istituto Superiore Telesi@ Controluce, che si colloca nel più ampio progetto con il quale la Fondazione Gerardino Romano si è da tempo aperta agli Istituti Scolastici del territorio, dando voce alle eccellenze, alle conoscenze, al vissuto emotivo dei ragazzi, ponendosi in ascolto delle loro esigenze e dei loro linguaggi comunicativi.