Nuovo “passo in avanti” per quanto attiene all’offerta di prestazioni sanitarie a vantaggio dell’utenza del “San Pio”. Infatti, la U.O.C. di Otorinolaringoiatria, guidata dal Dott. Domenico Di Maria, oltre ad aver azzerato in breve tempo le liste di attesa per le visite ambulatoriali e potenziato l’attività chirurgica con circa il 40% delle prestazioni rivolte a pazienti oncologici, ha arricchito negli ultimi giorni l’offerta chirurgica con un intervento all’orecchio medio, che va ad aggiungersi alle prestazioni di chirurgia oncologica del collo, di laserchirurgia laringea per i tumori delle corde vocali, di chirurgia endoscopica del naso e del basi cranio, quest’ultima in collaborazione con la UOC di Neurochirurgia.

Non ci siamo mai fermati – afferma in proposito il Dott. Di Maria – soprattutto perché in questo difficile periodo storico si rischia di pensare solo al Covid-19, perdendo di vista le patologie oncologiche. Abbiamo continuato a lavorare sodo, forti del pieno sostegno del Management aziendale ed in primis del Direttore Generale, Dott. Mario Nicola Vittorio Ferrante”.

Nei giorni antecedenti le feste pasquali, l’equipe, diretta dal Dott. Domenico Di Maria e composta dai Dott.ri Michele Grasso, Francesco Giangregorio, Angelo Maria Iannarone e Assunta Vassallo, coadiuvati da un efficiente personale infermieristico e OSS, ha eseguito un intervento di timpanoplastica per curare un’otite cronica, che aveva danneggiato l’orecchio medio e conseguentemente ridotto la capacità uditiva del paziente.

La timpanoplastica – spiega il Dott. Di Maria – è un intervento codificato e praticato da molto tempo, ma è la prima volta in cinquant’anni anni, da quando è stata istituita la specialità ORL presso l’ospedale di Benevento, che è eseguita nel nostro reparto”.

Il paziente sta bene ed è stato dimesso dopo soli due giorni dall’intervento.

La popolazione sannita e campana può contare adesso anche sulla chirurgia dell’orecchio medio, rendendo, quindi, completa l’offerta chirurgica alla popolazione da parte della UOC di Otorinolaringoiatria di Benevento.

L’emergenza pandemica – soggiunge il Direttore Generale Ferrante – che pure ha impegnato buona parte delle nostre energie, non mi ha fatto certo dimenticare o trascurare l’obiettivo assunto all’atto dell’insediamento di portare l’Azienda Ospedaliera sannita a livelli tali da competere con le più accreditate strutture sanitarie del Paese ed i risultati che ripetutamente andiamo cogliendo costituiscono la prova di un successo, che va a tutto vantaggio di un territorio che, per la sua lunga e gloriosa storia, lo meritava ampiamente”.