(Luciaelisa Luongo) – Quando un adolescente dice “ho le farfalle nello stomaco” o “mi batte forte il cuore” ogni volta che vede il suo principe o la sua principessa, in quel momento si sta innamorando. Si tratta di un momento molto intenso sia dal punto di vista fisico che psicologico.

Infatti quando un giovanissimo è attratto vive in un mondo tutto suo e non comprende più nulla. L’amore,però, può farti soffrire tantissimo quando non è corrisposto o finisce male e le uniche persone che ti ritrovi accanto sono gli amici ma non uno qualsiasi, i veri; coloro che diranno «tranquillo/a andrà tutto bene,io sono qui». Però l’adolescente preferisce isolarsi ma ad un certo punto deve rendersi conto che così non va e bisogna prendere tra le mani le redini della situazione, molto spesso aprendo gli occhi e chiudendo il cuore.

Non è importante chiedersi perché proprio a lui, l’amore non ha né torto né ragione e non si trattiene per sempre. Ricorrente,allora, è il celebre incipit e titolo del carme 85 “Odi et Amo” del celebre poeta romano Gaio Valerio Catullo nel quale amare e odiare, sono sentimenti contrastanti di cui il poeta non si capacita. Si chiede perché possa succedere di amare e odiare nello stesso la sua donna ma non sa darsi una risposta e,rassegnato, risponde che è così e basta. Questo è il sentimento che può sbocciare dal nulla e proprio dove non se lo aspetta, è così potente da far sedere sulle scale e lasciar senza parole. Niente è più forte nel far scaldare il cuore.

Due ragazzi, quando stanno insieme, giocano al parco come bambini o si chiedono aiuto e consigli poichè il partner viene considerato anche il migliore amico/a. Un amore può essere all’insegna dei social network attraverso un selfie condiviso su Instagram o Facebook e ore intere a chattare su WhatsApp. Questo sentimento è marcato anche nei libri e tra i primi posti è presente il noto scrittore statunitense Nicholas Sparks nel quale i principali argomenti sono l’amore eterno ma colpito, spesso, dal destino. Non c’è coppia che non abbia una propria canzone, quella con il quale si sono conosciuti e innamorati. Molte delle canzoni ascoltate dai giovanissimi sono romantiche e il podio è dominato da cantautori come Ed Sheeran con la canzone “Perfect” e “A te” di Jovanotti.

Non c’è niente di più bello ma anche di più devastante dei ricordi, momenti riportati in quel locale o anche in quella semplicemente parola che ti riconduce a lui/lei mantenendo sulle labbra un piccolo sorriso con una lacrima che scende bagnandole. «Ma in tutto ciò l’amore se deve arrivare non c’è niente e nessuno che lo potrà fermare, rifiutarsi di amare per paura di soffrire è come rifiutarsi di vivere per paura di morire» era scritto in un libro. Fra i giovanissimi è forse un po’ più difficile trovare il “vero amore”, poiché non tutti sanno apprezzare ciò che si è e i valori che si hanno, soprattutto perché c’è una vita intera davanti a noi e nuove esperienze che potrebbero cambiare drasticamente la nostra vita. Ma l’adolescenza è anche vivere ogni tipo di esperienza per imparare a crescere.