Il Consiglio dei Ministri, che in tempi di crisi di governo si riunisce per l’ordinaria amministrazione, ha appena deliberato il rinvio di un mese delle notifiche delle cartelle esattoriali da parte di Agenzia Entrate Riscossione-

Si tratta dell’ennesima proroga della sospensione delle cartelle esattoriali e degli accertamenti rimasti congelati da marzo 2020. Dopo l’ultimo rinvio del blocco al 31 gennaio, è stato, dunque, posticipato al prossimo 1° marzo il via ai circa 34 milioni di plichi che attendono da quasi un anno.

Questa nuova proroga permette al Governo, ancora in carica per l’ordinaria amministrazione, di collegare il nuovo termine del 28 febbraio alla nuova rottamazione appena annunciata o ad altre agevolazioni per il pagamento dei debiti, da inserire nel decreto Ristori 5