Durante un servizio mirato al controllo dell’attività venatoria e di prevenzione del bracconaggio, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di San Giorgio del Sannio, in località “Recupo” nel medesimo comune hanno deferito in stato di libertà due soggetti per il reato di uccellaggione e maltrattamento di animali in gabbie.

I Carabinieri dopo una minuziosa attività investigativa protratta per più giorni hanno individuato all’interno di un uliveto reti, congegni e apparecchiature acustiche utilizzate per la cattura di volatili e nella fattispecie cardellini (cardueliscarduelis). Cinquantacinque esemplari catturati e trovati in minuscole gabbiette mentre altri quattro erano utilizzati come richiami acustici naturali.  Contattato il veterinario dell’ASL di Benevento che, giunto sul luogo del ritrovamento, ha accertato le buone condizioni di salute dei volatili, così da poter essere liberati. Gli altri quattro volatili sono stati affidati alle cure dei sanitari per un successivo reintegro nel loro ambiente naturale.

L’azione svolta rientra in un contesto più ampio di controllo e monitoraggio delle attività legate all’attività venatoria e di prevenzione dei reati conseguenti al bracconaggio, al fine di garantire la tutela e il benessere degli animali.