Estate! Tempo di vacanze e lettura per gran parte dei viaggiatori europei. In Italia sotto l’ombrellone leggono più le donne degli uomini, che premiano l’ultimo libro di Camilleri re delle letture da spiaggia. Questo il risultato emerso da un sondaggio elaborato da Opodo, agenzia di viaggi online, che ha intervistato oltre 3000 vacanzieri (italiani, francesi, tedeschi e inglesi) per scoprire quali sono le loro abitudini di lettura. Al primo posto, quindi, “La giostra degli scambi” di Andrea Camilleri, che con l’ultimo episodio del commissario Montalbano è scelto dal 28% dei lettori. Al secondo posto si posiziona “La Piuma” di Giorgio Faletti (17%), mentre più indietro “Dov’è finita Audrey?” di Sophie Kinsella (10%), “Dimmi che credi nel destino” di Luca Bianchini (6%) e “Il segreto degli angeli” di Camilla Läckberg (1%).

Per Camilleri, dunque, auguri doppi per il primo posto in classifica e per i suoi 90 che compirà domani 6 settembre. Il successo arrivato in età matura, un genio della scrittura visiva, teatrale e cinematografica, la sua è una carriera unica fatta anche di televisione, insegnamento e poi scrittura. Un uomo modesto e per bene, un mito per chi ama i romanzi gialli, dove i personaggi sono modelli di uomini semplici, riservati e coraggiosi, amanti della verità e della giustizia.

Il sondaggio Opodo continua con l’87% dei turisti che ama trascorrere la giornata al mare crogiolandosi al sole in compagnia di un buon libro, soprattutto le donne oltre i 46 anni (67%), ne leggono in media uno o due. Sono lettori tradizionali, l’82% predilige il supporto cartaceo, mentre il 25% opta per i tablet solo per sfogliare quotidiani e il 15% per i blog . Tradizionali anche nell’acquisto, il 48% si rivolge alle grandi catene, il 22% alle piccole librerie e solo l’8% compra online. Gli italiani in vacanza nella lettura cercano soprattutto l’evasione dalla realtà (42%), ma anche un po’di relax (41%). Il budget per l’acquisto dei libri estivi è compreso tra i 10 e i 30 euro per la maggioranza degli italiani (51%), anche se il 25% è disposto a spendere un po’ di più (tra i 30 e i 50 euro).

Si cercano letture rilassanti. Il 43% dei viaggiatori del Vecchio Continente legge per staccare la spina, il 35% per distrarsi, mentre il 12% per informarsi su una destinazione. Il luogo prediletto è la spiaggia (46%), al secondo posto l’hotel (30%), mentre il 16% preferisce leggere in viaggio in treno o in aereo. Secondo il sondaggio di Opodo, sono i tedeschi e gli inglesi i maggiori lettori e con il 96% si piazzano al primo posto davanti agli italiani.  In controtendenza con l’Italia, gli e-traveller europei preferiscono comprare i libri direttamente online (28%), o in piccole librerie locali (27%), e solo il 16% si affida alle grandi catene di distribuzione, prima scelta nel Bel Paese. Restano simili, invece, le modalità di lettura: il 75% dei viaggiatori europei continua a preferire il libro cartaceo, mentre sui supporti tecnologici legge soprattutto quotidiani (17%) e blog (13%). Anche il budget europeo è mediamente in linea con quello italiano: il 53% spende tra i 10 e i 30 euro per i libri da vacanza, solo tedeschi e italiani arrivano a investire tra i 30 e i 50 euro. Gli inglesi sono i meno disposti a spendere: uno su tre spende meno di 10 euro in libri.

Andrea Camilleri

Andrea Camilleri