Arturo Ciullo

(Arturo Ciullo) – Manifesta superiorità. La Strega cala il poker sul sintetico di Chiavari e guarda il cartello serie A che si avvicina sempre più. Lo fa tritando la squadra di Biscaglia in meno di mezz’ora, con un perentorio 3 a 0, mostrando una manifesta superiorità.

Colleziona record SuperPioppo, che, paradossalmente, dovrebbe cercare di fare ancora meglio frantumando ulteriori primati del calcio italiano, se vorrà tenere alta la concentrazione dei suoi, gara dopo gara. Troppo forte la squadra giallorossa, a volte imbarazzante il divario con gli avversari. E pensare che l’Entella aveva subito solo 5 reti dall’inizio del campionato, una soltanto negli ultimi quattro incontri interni… Ma gli uomini di Inzaghi non hanno concesso sconti, sciorinando una grande prestazione fatta di personalità ed organizzazione di gioco. Il tecnico piacentino ha confermato l’oliato schieramento ad albero di Natale con la linea difensiva formata da Maggio, Barba, Caldirola e Letizia; in mediana il trio tenaglia formato da Hetemay, Schiattarella e Viola. In avanti ancora con Sau, Moncini e Insigne.

Condizione ottimale e giusta concentrazione hanno consentito a Maggio e compagni di prendere subito il pallino del gioco tra le mani, trovando subito la rete del vantaggio con una prodezza balistica del furetto Sau che ha tirato fuori dal cilindro un vero eurogoal regalando ai suoi il vantaggio, Da lì a poco, il Benevento ha trovato il raddoppio con un colpo da calcio a 5 di Insigne che ha spiazzato il  suo amico “amico” Contini. Poi il tris, meritatissimo, con il penalty realizzato da Viola per un plateale fallo in area su Caldirola. Sul 3 a 0 i sanniti hanno dovuto soltanto gestire la gara, per cercare di non far mai rientrare in partita i liguri. Il secondo tempo è stato molto tattico, con il ritmo di gioco tenuto sempre sotto controllo dal Benevento che avrebbe comunque potuto incrementare il punteggio in varie occasioni. A chiudere la gara ci ha pensato il subentrato Coda, con un bel goal su assist di un generoso Del Pinto.

Tre punti in cassaforte, che consentono alla Strega di raggiungere quota 60. La squadra con tutto lo staff può godersi i frutti meritati di un cammino da vera fuoriserie. Questo Benevento fa brillare gli occhi ai suoi tifosi che, nonostante la scaramanzia e la logica prudenza, vedono sempre più vicino il più bello dei traguardi possibili…

Questo i miei voti e il giudizio sui partecipanti alla gara Entella – Benevento Calcio:

Montipò (voto 7): attento nelle rare occasioni in cui viene chiamato in causa. Garantisce come al solito la giusta sicurezza al reparto con un paio d’interventi al top.

Maggio (voto 7): gara condotta con la solita maestria senza sussulti e con la giusta attenzione.

Barba (voto 7): presenza rassicurante e gara senza sbavature quasi da decano.

Caldirola (voto 7): timbra il cartellino garantendo la solita gagliarda prestazione e lasciando solo le briciole ai suoi avversari. Oltre alla gara di sostanza, si è procurato il penalty che ha consentito alla squadra di andare in triplo vantaggio.

Letizia (voto 7): gara equilibrata ed intelligente che consente allo scugnizzo di recitare la sua parte come da spartito.

Hetemaj (voto 7,5): l’unica preoccupazione è stata quella di doverlo… fermare! Sempre sul pezzo con la solita cattiveria agonistica. Perparim non concede nulla a nessuno, con lui non si passa.

Schiattarella (voto 7,5): si diverte il metronomo che trotterella dettando i tempi nelle 2 fasi partecipando ad ogni manovra.

Viola (voto 7): si regala un goal su rigore per incorniciare una gara pulita dove tutto viene reso semplice per la grande intelligenza con la quale gestisce ogni palla.

Insigne (voto 7,5): sembra rinato. A vederlo ora sembra un giocatore decisamente diverso da quello visto per 5 mesi. La costante fiducia ricevuta dal trainer lo ha portato a trovare il giusto equilibrio e le giocate che avevamo apprezzato in alcune gare lo scorso anno. È conscio che la piazza pretendeva di più da lui e, queste prestazioni, ripagano quanto auspicato.

Sau (voto 7,5): si diverte il furetto sardo a creare scompiglio tra le linee e grazie alla sua qualità tecnica trova un goal che, oltre che regalare il vantaggio alla Strega, fa lustrare gli occhi agli appassionati e resterà nella cineteca tra quelli più belli.

Moncini (voto 7): lavora per la squadra anche se mostra qualche nervosismo di troppo perché vorrebbe partecipare alla fiera del goal… Offre una buonissima gara dando sempre il giusto apporto alla squadra. Sembra essersi integrato molto bene con il gruppo e presto, con questo atteggiamento e i movimenti giusti, troverà la via della rete con maggiore continuità.

Improta (voto 7): come da copione il tecnico gli concede il campo, e Riccardo come sempre ha spinto come da par suo dando il suo prezioso apporto al raggiungimento del risultato finale.

Del Pinto (voto 7): entra per far rifiatare Hetemay e, l’immortale garantisce il suo indispensabile contributo.

Coda (voto 7): pochi minuti giusto per concedersi un paio di conclusioni e con una di queste buca la porta avversaria, chiudendo di fatto la gara sul 4 a 0.

All. Inzaghi (voto 7,5): ci diverte l’idea che debba passare il tempo a trovare ulteriori motivazioni che inducano questo gruppo a battere ogni altro record. A parte questo, è addirittura imbarazzante come la sua squadra dimostri la propria forza e una ferrea sicurezza in ogni gara. Un atto di manifesta superiorità, che non è una caratteristica nata per caso… Il lavoro, la caparbietà, la serietà e la grande mentalità apportata da Pippo Inzaghi a questo organico hanno fatto la differenza.

Adesso attenzione spostata alla gara con lo Spezia, una delle squadre più in forma del torneo. I bianconeri sono diventati ospiti fissi per le gare importanti al Ciro Vigorito. Sicuramente la prossima sarà un’altra gara avvincente, e noi tutti siamo già in trepidazione per concederci, lo speriamo, un’altra stupenda giornata di calcio grazie a questo fantastico gruppo. In attesa, tocchiamo ferro, di raggiungere l’agognato traguardo, per entrare davvero e con pieno merito nella storia calcistica italiana.

Forza Strega 90!