Arturo Ciullo

(Arturo Ciullo) – Rullo compressore. Non finisce più di stupire il Benevento di Pippo Inzaghi, che settimana dopo settimana attira sempre più le attenzioni per il fantastico ruolino di marcia di questo campionato 2019/20. Il Benevento è un vero e proprio rullo compressore, una squadra che avidamente non lascia nulla a nessuno, se non le briciole… La classifica va arricchendosi, ed è quasi strabiliante il distacco tra i giallorossi e le più vicine inseguitrici. Il Pordenone di Attilio Tesser è forse la squadra che ha espresso la migliore qualità di gioco di tutto il torneo e già dal fischio d’inizio i neroverdi hanno confermato quanto di buono abbia espresso dall’inizio del campionato, mostrandosi come sempre squadra quadrata che ha giocato a viso aperto infastidendo non poco gli stregoni. Ne è venuto fuori un match vibrante, con tante occasioni da rete da una parte e dall’altra.

La differenza l’ha fatta ancora una volta la compattezza del gruppo, qualità che i giallorossi esprimono oramai in modo eccellente: e il risultato finale acquisisce ancor di più valore se consideriamo che il Benevento è sceso in campo con gli uomini contati, per i tanti infortuni e le squalifiche. SuperPippo ha schierato tutti gli arruolabili con il solito modulo, sfruttando le qualità degli uomini a disposizione e la squadra, pur soffrendo, con una vera e propria magia di Nicolas Viola nel primo tempo ed una rete di Roberto Insigne nella ripresa è riuscita a stendere un’avversaria di assoluto valore come il Pordenone.

Questi i miei voti e il giudizio sui partecipanti alla gara Benevento Calcio – Pordenone:

Montipò (voto 8): prova fantastica per il portierone sannita, che ha sfoderato parate eccellenti, che alla fine hanno fatto la differenza. Davvero un momento magico per il pipelet che resterà uno degli artefici dei record difensivi dei giallorossi.

Maggio (voto 7): solita prova gagliarda ed attenta del capitano che garantisce il suo concreto contributo.

Barba (voto 7): evidente che si è inserito bene nel gruppo, garantendo il suo contributo al pacchetto difensivo e mostrando quanto di buono si dice sul suo conto.

Caldirola (voto 7): il muro conosceva i pericoli di questa gara e la qualità degli attaccanti neroverdi. Lui però non fa sconti a nessuno, mostrando i suoi muscoli e la giusta cattiveria.

Letizia (voto 7): eccellente prestazione dello scugnizzo che effettua le due fasi con maestria.

Hetemaj (voto 7): Perparim è una forza della natura… macina il campo dando il suo solito grande contributo, come sempre,

Viola (voto 7,5): mette la sua firma sul match, dando una svolta alla gara con una sua perla su calcio di punizione. Per il resto, tiene il pallino del gioco fornendo anche l’assist vincente per la seconda rete dei suoi.

Improta (voto 7): prova intelligente e muscolare per l’esterno, che sfrutta il suo splendido momento di forma sull’out di sinistra.

Insigne (voto 7): seconda gara da titolare per le assenza di Kragl, sfodera una prestazione di rispetto che gli fa recuperare visibilità. Si mette in evidenza per il suo pezzo forte che sono i tagli, che consentono alla sua squadra di poter bucare la difesa avversaria. Da uno di questi è nata la sua segnatura che ha chiuso virtualmente il match.

Sau (voto 7): grande dinamismo e giocate di qualità per il furetto sardo che tiene sempre in tensione i difensori friulani.

Moncini (voto 7): prova importante per l’attaccante che sembra essersi inserito molto bene negli schemi di Inzaghi. Lavora bene per la squadra garantendo la profondità ed è sempre pronto a duettare con i compagni. Avrebbe meritato la rete.

Del Pinto (voto 6,5): subentra per dare quantità e il suo solito fattivo contributo. Una garanzia.

Coda (s.v.): pochi minuti per l’hispanico che sembra oramai aver perso posizione nelle preferenze del trainer per i motivi che conosciamo. Nessuna giocata da segnalare.

Di Serio (s.v.): esordio in serie B per il giovane e promettente attaccante. Anche se gioca pochi minuti si fa apprezzare per la attenzione e la capacità che lo hanno messo in evidenza. Gli auguriamo un futuro roseo e ricco di soddisfazioni.

All. Inzaghi (voto 7,5): se il Benevento è diventato un rullo compressore io credo che gran parte del merito sia tutto da ascrivere a nostro SuperPippo. Ha trasformato, galvanizzato e convinto ogni calciatore di questa rosa. Ha creato un gruppo fantastico che, giorno dopo giorno, sta realizzando qualcosa di incredibile, da raccontare ai nipoti, un giorno… Quando un gruppo segue così il proprio tecnico, ci si può divertire con qualsiasi assetto tattico o tecnico. Certo, bisogna comunque rispettare ogni avversario e non si deve mai abbassare la guardia: e la vera forza dei giallorossi si vede anche in questo. Il Benevento potrebbe gestire e/o speculare sul vantaggio in classifica, ma di certo la cosa più bella è che questa squadra sta onorando ogni partita, cercando sempre la vittoria. Come nel DNA del tecnico piacentino…

Questo campionato resterà per sempre nella storia calcistica beneventana e noi vogliamo godercelo fino alla fine. Un campionato che ha dato definitivamente lustro e rispetto alla Società e ad una squadra che non sarà mai più la cenerentola… Anche per tutto questo, chapeau Pippo!

Ora testa alla trasferta di Chiavari, con l’Entella di mister Boscaglia che è stata una delle poche squadre, nella gara d’andata, a portare via un punto dal Ciro Vigorito.  Chissà che il Benevento non vorrà riprenderselo con gli interessi…

Noi, nel frattempo, continuiamo a sognare…

Forza Strega 90!