Arturo Ciullo

(Arturo Ciullo) – Sacrificio. Quale migliore associazione tra la giornata del ricordo di Carmelo Imbriani e il successo sul Cittadella che proietta la Strega nell olimpo del campionato di serie B? Una vittoria dedicata al golden boy giallorosso che, con sacrificio e umiltà, percorse la sua carriera da calciatore e poi allenatore, interrotta solo da un male incurabile. Carmelo rimarrà per sempre nei cuori degli sportivi sanniti (e non solo) che, nel rispetto di un figlio della nostra terra, gli hanno voluto dedicare un’altra splendida coreografia, che ha regalato più di qualche emozione…

Sacrificio è la parola che descrive la prova degli uomini di Bucchi nella gara con un coriaceo Citatdella, squadra mai doma che, nonostante una prova di nervo, ha lasciato ancora una volta i 3 punti ad un Benevento assolutamente determinato. Il tecnico giallorosso ha presentato un undici con la sola novità di Ricci al posto dell’influenzato Insigne e ne è venutra fuori una gara attenta, ispida, sempre accesa, con la Strega che ha ottimizzato il risultato così come sa fare solo una squadra attenta e cinica.

Continua il momento positivo, supportato da alcuni elementi che sono determinanti: il recupero di giocatori importanti, una buonissima condizione fisica di tutto il gruppo e uno spirito di squadra che esalta il lavoro del trainer. Indubbiamente il Cittadella avrebbe meritato qualcosa in più, ma il Benevento ha voluto i 3 punti e se li è presi, proiettandosi in una posizione di tutto rispetto e pronto a farsi valere nel prosieguo del campionato.

Il modulo o le variazioni tattiche evidenziano come questo gruppo stia crescendo e trovando, di settimana in settimana, una sua sempre più marcata identità. Il sacrificio dei momenti difficili ha consolidato la squadra, consentendo al tecnico romano di poter meglio gestire tutte le risorse a disposizione, con diverse varianti di scelta, sempre di assoluta qualità.

Questo i miei voti e il giudizio sui partecipanti alla gara Benevento CalcioCittadella:

MONTIPÒ (voto 7,5): domenica dopo domenica conquista sempre più visibilità, grazie alle sue notevoli capacità. La parata finale corona una prestazione di tutto rispetto, fatta di contenuti tecnici importanti per un giovane promettente come lui. Bravissimo.

VOLTA (voto 6,5): fino a quando è stato in campo ha fatto sentire la sua presenza con la solita prestazione muscolare. Speriamo di recuperarlo per la gara di sabato prossimo.

ANTEI (voto 7): con eleganza e attenzione disputa una gara importante.

CALDIROLA (voto 7,5): all’esordio al Ciro Vigorito sfodera una prova attenta e maschia. È evidente che il suo arrivo ha dato solidità e sicurezza ad un reparto che ora diventa un punto di forza, dopo una stagione e mezza di patemi…

LETIZIA (voto 5,5): lascia in anticipo il campo per un infortunio in una domenica in cui era sembrato in difficoltà. Non attraversa un periodo brillante ma la tifoseria lo esalta per il suo spirito di sacrificio.

IMPROTA (voto 6,5): è lo specchio del sacrificio, lui che gestisce la fascia sinistra curando anche la fase difensiva secondo le consegne del tecnico. Presto lo vedremo anche esultare per una rete…

BANDINELLI (voto 6,5): prova muscolare, fatta di personalità e determinazione. Potrebbe e dovrebbe cercare di più gli inserimenti e il tiro, considerato che ne ha le caratteristiche.

CRISETIG (voto 6,5): prova pulita, determinata. Deve fare i conti con una condizione fisica che ancora non gli consente di dare in più. Ha dato peso al reparto anche se soffre nella prima parte della gara.

BUONAIUTO (voto 6): tanta corsa, effettua il compito affidatogli adattandosi ad un ruolo non suo.

RICCI (voto 6): schierato al posto di Insigne, si adatta a fare quanto richiestogli. Sappiamo che non è il suo ruolo ma crediamo che bisognerebbe recuperare questo giovane e metterlo nelle condizioni di poter dimostrare le sue qualità che sono indiscutibili.

CODA (voto 7): ancora a segno sfruttando una indecisione della difesa dei veneti e scala la classifica dei cannonieri. Sarò incontentabile, ma credo che lui possa ancora fare meglio…

MAGGIO (voto 6,5): bentornato Christian! E ora, come se fosse un nuovo acquisto, è arrivato il momento di godere delle sue qualità. Il suo apporto sarà fondamentale e consoliderà un pacchetto difensivo già di tutto rispetto.

TUIA (voto 7): una citazione speciale per questo calciatore, per le tante congetture fatte nei suoi confronti. Lui sfodera una prova maschia, attenta e concreta. Un altro nuovo acquisto che da al tecnico la possibilità di avere un’ampia scelta nel reparto.

ASENCIO (voto 6): entra e con il suo ardore lotta su tutte le palle a disposizione.

All. BUCCHI (voto 7): se le grandi squadre sono quelle che vincono 1 a 0 con sacrificio beh, questa gara indica che il nostro trainer comincia a raccogliere i frutti delle sue scelte. Ora ha a disposizione una rosa di tutto rispetto e mancano ancora all appello giocatori del calibro di Viola e l’apporto dei nuovi, come Armenteros. Oltre le normali scelte tecniche, è importante lo spirito e l’applicazione con la quale la squadra lo segue e cresce, gara dopo gara.

Ora ci attende la gara allo Zaccheria di Foggia, dove la posta in palio sarà molto importante. Non bastasse la normale rivalità, bisognerà riprendersi quanto regalato all’andata e, soprattutto, cercare di proseguire in questo cammino costante di crescita. Siamo consapevoli che ci sarà da sacrificarsi, da “soffrire”, fino alla fine. Perché il campionato di serie B è assolutamente duro e difficile.

Ma noi Sanniti siamo abituati a lottare, di certo non ci spaventa la battaglia… Forza Strega!