Noi facciamo sempre l’ipotesi che la nostra antichissima città sia davvero un luogo di turismo. Reperti storici di straordinaria bellezza, l’aria di antico e nobile è respirabile in ogni strada o vicolo del centro storico.

Ma, guardando attentamente, non ci sono soltanto reperti dei fasti passati a far bella mostra sparsi ovunque. Di antico, per manutenzione, c’è anche una strada posta a pochi metri dal centro storico, dal Duomo, da Port’Arsa, dalle Mura Longobarde e il Teatro Romano. Si tratta di via Appia Antica.

Non un viottolo qualsiasi, come può sembrare dalle foto. Ma una strada, l’unica, che mette in collegamento la stazione ferroviaria di Benevento Appia (appunto) e zone limitrofe, compreso un frequentato supermercato, con il centro città.

Angusta, con la carreggiata ridotta da recinzioni per lavori (?), con illuminazione precaria e un fondo stradale degno di una mulattiera. Tra l’altro, su quella via insistono i ruderi dell’Anfiteatro, altra importante reperto d’epoca romana eccezionale, localizzato ma mai venuto del tutto alla luce se non con scavi fin troppo presto abbandonati.

Per chi arrivasse a Benevento con il treno, ma anche e semplicemente per gli studenti universitari che quotidianamente la transitano per arrivare o ripartire dalla nostra città, è un biglietto da visita indecente.

Siamo stati sollecitati da abitanti della zona a interessarci della questione: speriamo che chi di dovere  si accorga di questa situazione e finalmente disponga un intervento radicale di sistemazione di tutta la strada.