Proseguono i controlli straordinari dei Carabinieri del Comando Provinciale per il contrasto alla criminalità diffusa denominata operazione “Alto Impatto”. Questi i risultati conseguiti in questo fine-settimana:

I Militari della Compagnia Carabinieri di Benevento hanno deferito in stato di liberta alla Procura della Repubblica:

–    un venditore ambulante 35enne di nazionalità senegalese, domiciliato a Napoli, trovato in Via Dei Longobardi di questo capoluogo mentre poneva in vendita un centinaio di DVD di contenuto musicale e video illecitamente riprodotti e una cinquantina di berretti griffati con marchio contraffatto;

–    un 21enne, di Molinara trovato in evidente stato di ebrezza alla guida di una Fiat Uno al quale è stata ritirata la patente e sequestrato lo stesso veicolo;

inoltre i militari hanno segnalato all’Autorità amministrativa:

  • 2 persone perché trovati alla guida delle proprie autovetture sprovviste della prevista copertura assicurativa e, pertanto, gli stessi veicoli sono stati entrambi sequestrati,
  • altra persona, ad Apice, è stata sorpresa alla guida dei proprio autofurgone Ford Transit in quanto riscontrata non in possesso della patente di guida poiché revocatagli e, pertanto gli e stato sequestrato il veicolo;
  • un 16enne trovato alla guida di un ciclomotore sprovvisto di targhe, senza patente di guida nonche senza essere in possesso della presista copertura assicurativa, veicolo sequestrato.

A San Giorgio del Sannio due pregiudicati per reati predatori dell’hinterland napoletano un 35enne ed un 33enne che si aggiravano a piedi e senza giustificato motivo nell’area commerciale alle porte di quel centro sono stati segnalati per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio.

I carabinieri della Compagnia di Montesarchio, dopo averlo rintracciato, in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Benevento hanno arrestato e tradotto presso la Casa Circondariale di Benevento L. F., 53enne di San Leucio del Sannio,  poiché dovrà scontare 3 mesi di reclusione per il reato di ingiurie;

Gli stessi Carabinieri della Valle Caudina hanno poi deferito in stato di liberta all’Autorità Giudiziaria:

  • O.V. un operaio comunale 48enne di Arpaia per truffa aggravata ai danni dello Stato;
  • P.G. 40enne di Montesarchio già noto ai carabinieri per i suoi trascorsi penali, perché ritenuto responsabile del reato di minacce nei confronti della propria moglie;
  • due fratelli originari di Montesarchio, P.G. e P.G. di 56anni e 46 anni il primo attualmente domiciliato in provincia di Milano perché ritenuti responsabili del reati di furto aggravato in quanto sorpresi mentre asportavano del materiale edile da un cantiere stradale a San Leucio del Sannio;
  • G. 51enne di San Leucio del Sannio perché prelevava gas da un contatore precedentemente sigillato;
  • G. 52enne di Apollosa per aver effettuato un allaccio abusivo da un contatore di energia elettrica.

Inoltre, i carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita e precisamente quelli della Stazione di Frasso Telesino, dopo averlo controllato e identificato hanno arrestato Mihai Nicusor un 28enne domiciliato a Cautano poichè è stato accertato che lo stesso era colpito da mandato di arresto europeo dall’Autorità Giudiziaria rumena per i reati di furto e violazione di domicilio commesso in quel territorio. Mentre quelli della Stazione di San Salvatore Telesino deferivano in stato di libertà I.R. 63enne di Gioia Sannitica (CE) in quanto aveva allacciato abusivamente la corrente elettrica by-passando il contatore per servire un proprio locale commerciale.