Benevento Calcio 1-Entella 1, per i giallorossi altri 2 punti buttati alle ortiche


Un’altra vittoria buttata alle ortiche: in due gare sono ben quattro i punti sprecati dal Benevento di mister Pippo Inzaghi.
Eppure i giallorossi, per tre quarti di gara, hanno dominato in lungo e in largo, tatticamente ed anche fisicamente, al cospetto di una squadra, l’Entella, che almeno fino al goal del pareggio, è apparsa ben poca cosa, rispetto agli avversari. Per gli uomini di Boscaglia, (come accaduto con il Pordenone…) una occasione/una rete segnata. Tutto qui.
Sono state almeno sette le occasioni da goal, invece, quelle divorate da Maggio e compagni: cinque nitide nella prima frazione, altre due nella seconda. Nel primi due minuti, ben tre nitide palle goal sciupate dal Benevento.
Nella logica di una gara che è stata per lunghi tratti a senso unico, la rete di Oliver Kragl al 20° del primo tempo, su pennellata dell’ottimo Letizia, che ha coronato comunque un primo tempo giocato con il piede schiacciato sull’acceleratore per i giallorossi di casa. Rari i tentativi dei biancoazzurri liguri, più che altro pronti a sfruttare – nel caso – gli errori della retroguardia avversaria.
Gran caldo, enorme il dispendio fisico per gli uomini di Inzaghi. E, nella ripresa, qualcosina in più gli ospiti hanno fatto, ma senza mai impensierire più di tanto la difesa ben orchestrata da Caldirola e Antei. Ottima la gara disputata anche di capitan Maggio: ancora una prestazione di spessore per lui.
Benevento sprecone, ma che comunque ha meritato tanti applausi, soprattutto nel primo tempo.
Come già accaduto, i sanniti sono riusciti a vanificare quanto di buono fatto, prendendo goal con ancora sugli sviluppi  di un calcio di punizione, quando il più lesto in area è stato il neo entrato Sernicola, e il cronometro segnava già l’82° minuto. Pareggio immeritato ma tant’è, e non c’è stata più la forza, né fisica e né quella nervosa, per provare a vincerla.
Analizzandola freddamente (per quanto possibile), la partita è stata dominata, buone le trame offensive, quasi nessun rischio per il reparto arretrato. Sugli scudi Letizia e Viola, i migliori in assoluto per il Benevento. Tante le occasioni da rete costruite: da mangiarsi le mani quelle divorate soprattutto nel primo tempo.
Ma non è concepibile, però, regalare almeno due uomini agli avversari. Perché impalpabili sono state le prestazioni di Insigne e Improta, per fortuna ben “surrogati” (finché c’è stata gamba) dai colleghi di reparto. E, da notare, terzo cambio non effettuato, con la squadra in evidente difficoltà fisica negli ultimissimi minuti. C’è qualcosa da rivedere almeno in certe scelte, sperando che, nel prosieguo, possano essere gettati nella mischia atleti maggiormente motivati o in  condizioni psico-fisiche accettabili per gare di un certo livello.
Meno che mediocre la prestazione arbitrale del signor Sozza di Seregno. Inadatto alla categoria, assolutamente improponibile in una match tra prime in classifica. E, per fortuna, la gara è stata sostanzialmente corretta.
Il tabellino:

BENEVENTO CALCIO (4-4-2): Montipò; Maggio, Antei, Caldirola, Letizia; Improta (Armenteros), Hetemaj, Viola, Kragl (Tello); Coda, Insigne. A disp.: Manfredini, Gori, Rillo, Del Pinto, Sanogo, Tuia, Basit, Gyamfi, Di Seriuo, Vokic. All.: Filippo Inzaghi

Virtus Entella (4-3-1-2): Baranovsky Contini; Sala, Pellizzer, Chiosa, Coppolaro (Sernicola); Eramo (Coulibaly), Paolucci, Nizzetto; Schenetti; De Luca G., Mancosu (Morra). A disp.: Paroni, Borra, Crialese, Currarino, Adorjan, De Luca, Bonini, Toscano, Poli. All.: Roberto Boscaglia
Arbitro: sig. Simone Sozza di Seregno.
Assistenti: sigg. Giuseppe Macaddino di Pesaro e Marco Scatragli di Arezzo.
IV° Ufficiale: sig. Valerio Marini di Roma.
Marcatori: Kragl al 20° (BN); Sernicola all’82° (En).
Ammoniti: Antei, Letizia, Kragl, Hhetemaj (BN); De Luca, Pellizzer, Eramo (En).
Note: Pomeriggio caldo e umido, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori circa 10.000, di cui 1.870 paganti e 7.805 abbonati. Una decina i tifosi liguri presenti.

Articolo successivo Un uomo è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato accusato di stalking

Articolo precedente Gli scritti di Padre Gabriele Terone al Centro Studi del Sannio, il 30 settembre alle ore 17:30

Redazione

Autore: Redazione

Notizie correlate

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

digital agencyneikos