C’è voluta tutta la rabbia e la determinazione di Alessio Campagnacci, all’ottanunesimo minuto di gioco,  per avere la meglio su un ostico Catania, sceso in campo con il chiaro intento di portare via almeno un punto… Ma la forza e la determinazione degli Stregoni non ha dato scampo agli etnei.

BENEVENTO CALCIO (3-4-3): Gori; Pezzi, Lucioni, Mattera; Troiani (Angiulli), Del Pinto, De Falco (Vitiello), Lopez; Ciciretti, Marotta (Campagnacci), Mazzeo. A disp.: Piscitelli, Mazzarani, Cissé, Mucciante, Padella. All.: Gaetano Auteri

Catania (4-4-2): Liverani; Pelagatti, Bergamelli, Bastrini, Nunzella; Garufo, Di Cecco, Castiglia, Calderini (Falcone); Calil (Plasmati), Russotto ( Bombagi). A disp.: Bastianoni, Biancola, Agazzi, Pessina, Gulin, Lupoli. All.: Francesco Moriero

Arbitro: Antonio Di Martinodi Teramo. Assistenti: Giuseppe Macaddino di Rimini e Antonio Donvito di Monza.
Ammoniti: Del Pinto,  Pezzi, Marotta (BN); Russotto, Bastrini, Di Cecco e Plasmati (Ct).

Rete: Campagnacci (BN) all’81°