Un risultato tutto sommato giusto: Benevento e Brescia si dividono la posta in palio, ma c’è da dire che i giallorossi hanno nettamente dominato la gara, chiudendo per lunghi tratti i bresciani nella loro trequarti pur senza avere nitidi occasioni da rete.
A decidere il risultato finale due errori, uno per parte: quello di Maggio, entrato non bene in gara,  che ha innescato l’azione del vantaggio ospite di Torregrossa, e poi quello dell’autorete del biancoazzurro Cistana che ha spiazzato il suo portiere Alfonso sulla pressione del punteros beneventano Asencio.
Tanto Benevento, quindi, poco Brescia, anche se la squadra di Corini ha saggiamente aspettato Letizia e compagni per provare a colpire in contropiede. Giallorossi padroni del campo, con buone trame e tante iniziative, anche se a centrocampo è mancato un po’ di fosforo.
Pesa sul risultato la decisione incomprensibile del sig. Rapuano di Rimini che ha giudicato simulazione quello che è apparso nitidamente come un netto fallo in area sul lanciato Improta. Davvero una scelta opinabile, che lascia spazio a tante recriminazioni, considerato che un penalty sull’1-1 avrebbe potuto consegnare i tre punti della vittoria alla squadra di Bucchi.
Buona prestazione complessiva del Benevento, con qualche errore di troppo che però non macchia la prestazione. Volendo essere critici, questa squadra costruisce tanto ma segna poco, anche se concede davvero le briciole agli avversari.
Tra i migliori, Insigne, Del Pinto, Antei.
Il tabellino:

BENEVENTO CALCIO (3-5-2):  Montipó; Volta, Antei (Billong), Di Chiara; Letizia (Maggio), Tello, Del Pinto (Asencio), Bandinelli, Improta; Coda, Insigne. A disp.: Puggioni, Gori, Tuia, Costa, Buonaiuto, Gyamfi, Ricci, Volpicelli. All.: Cristian Bucchi

Brescia (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Cistana (Gastaldello), Romagnoli, Mateju; Bisoli, Tonali, Martinelli (Curcio); Spalek; Torregrossa, Donnarumma. A disp.: Andrenacci, Cortesi, Morosini, Viviani, Semprini, Milesi.  All.: Eugenio Corini (squalificato, in panchina Salvatore Lanna)
Arbitro: sig. Antonio Rapuano di Rimini.
Assistenti: sigg. Vito Mastrodonato di Molfetta e Francesco Fiore di Barletta.
IV° Ufficiale: sig. Federico Dionisi di L’Aquila.
Marcatori: Torregrossa al 73° (Bs); aut. di Cistana al 79° (BN).
Ammoniti:  Bandinelli, Improta, Billong (BN); Cistana e Bisoli (Bs).
Note: Pomeriggio freddo e umido, terreno di gioco leggermente allentato. Spettatori circa 12.000, di cui 2.971 paganti e 8.435 abbonati. Circa 200 i tifosi ospiti presenti. Allontanato dalla panchina il tecnico del Benevento, Bucchi, per proteste.