Un autentico assedio: così si potrebbe riassumere la gara di questo pomeriggio tra Benevento e Ascoli. Nel posticipo domenicale della serie B il Benevento aveva la possibilità con una vittoria di agganciare il Frosinone in vetta e gustarsi un incredibile primato almeno per 24 ore in attesa della gara di domani del Verona in casa con l’Entella al Bentegodi. Proprio per questo a leggere le formazioni il messaggio di Baroni è chiaro: provare in tutti i modi a vincere questa gara con un modulo il 4-2-3-1, i cui interpreti in avanti sono però 4 attaccanti chiamati a sfondare la difesa dell’Ascoli. Dal canto suo Aglietti presenta un Ascoli con il chiaro intento di strappare almeno un punto sul difficile terreno del Vigorito. Alla fine finisce in parità a rete bianche, ma il pareggio sta molto stretto ai giallorossi, che hanno giocato praticamente per 90 minuti nella metà campo dei bianconeri, che al termine della gara festeggiano lo 0-0 come una vittoria.

Nel primo tempo il Benevento va vicino al gol in diverse occasioni, ma è al 26’ che il vantaggio sfuma davvero per pochissimo: è Cissè che riesce centralmente a sfondare, suggerisce per Ceravolo che in diagonale colpisce il palo, sulla respinta è ancora Cissè che non riesce a ribadire in rete e mette alto. Dopo 3 minuti ci prova ancora Ceravolo che questa volta interviene su un tiro dalla distanza di De Falco, ma la sua deviazione finisce di poco a lato. Nella ripresa è ancora più Benevento che mette praticamente alle corde l’Ascoli, in particolare nella parte centrale della frazione. Le occasioni fioccano e l’Ascoli barcolla in più di un occasione, ma il colpo del Ko purtroppo non arriva. Al termine della gara un po’ di delusione per il Benevento con giocatori e tecnico tutti d’accordo: è mancato solo il gol. Il mancato aggancio alla vetta non spegne però l’entusiasmo. Il Benevento è terzo solitario e sabato prossimo nella vigilia di Natale sarà di scena a Frosinone in uno scontro al vertice che potrebbe regalare qualcosa di incredibile alla strega.

La squadra già da domani tornerà ad allenarsi per preparare al meglio questo importantissimo incontro. “Non ci accontentiamo mai, perché vogliamo sempre vincere le partite e questo è molto bello. Oggi ci è mancato solo il gol contro una squadra che si è messa tutta dietro. Domani mattina ci vediamo e riprendiamo gli allenamenti.” Queste le parole di Baroni in sala stampa che proverà quindi a trasformare la delusione che ha letto negli occhi dei suoi ragazzi al termine della gara di oggi, in una rabbia positiva che possa permettere ai giallorossi di portare a casa punti importanti dal Matusa. Una cosa è certa, il Benevento a 2 turni dal termine del girone d’andata è lassù e la gioia e l’orgoglio di potersi giocare una gara del genere alla vigilia di Natale è grande. Il sogno continua.