«Carissimi, nella domenica III del Tempo Ordinario la Chiesa celebra la Domenica della Parola di Dio: un’occasione propizia per immergerci nella sorgente prima della Rivelazione. Nel rivelarsi agli uomini, infatti, “Dio, invisibile nel suo grande amore”, parla ad essi “come ad amici e si intrattiene con essi, per invitarli e ammetterli alla comunione con sé” (Dei Verbum 2). Ciò che richiede, da parte nostra, “un contatto continuo con le Scritture mediante una lettura spirituale assidua e uno studio accurato” (Dei Verbum 25).

La Domenica della Parola cadrà quest’anno il 23 gennaio: essa viene così a innestarsi – quasi come un ponte – tra la lettera pastorale Lampada ai miei passi e il Convegno ecclesiale che celebreremo nei giorni 20-21-22 giugno, incentrato sulla Parola di Dio. A tutti, ai parroci in special modo, chiedo pertanto di sottolineare – particolarmente nella celebrazione eucaristica – questa ricorrenza, mettendo in rilievo quei segni che la liturgia ci dà, per una piena valorizzazione della Parola che illumina e salva.

Il Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione ha preparato, come ogni anno, un apposito Sussidio liturgico-pastorale (Beato chi ascolta la Parola di Dio!), nel quale si danno suggerimenti concreti per la celebrazione comunitaria e in famiglia e per la preghiera personale: il Sussidio è disponibile sulla rete (www.pcpne.va), e perciò facilmente reperibile. Ad esso rinvio quale fonte autorevole per le nostre iniziative pastorali. Di vero cuore, tutti, vi benedico!»

                                                                                                                                        † Felice, vescovo