Mentre in centro storico impazza la caccia al vip e lo “struscio” beneventano lungo il corso diventa la corsa al selfie con l’attore o attrice preferiti, il BCT giunge al termine.  Quasi una settimana di super star con la stampa nazionale che non si vedeva da secoli in città. Non c’è dubbio! Manifestazione riuscitissima che fa sperare in un futuro migliore e fortunato. Il festival di Frascadore supera l’esame del secondo anno e raggiunge la sua maturità.

Questa sera, la chiusura del Festival Nazionale del Cinema e della Televisione Città di Benevento si terrà al Teatro Romano alle 21,30 con il concerto “Piovani dirige Piovani” con l’Orchestra Filarmonica di Benevento diretta dal Maestro Nicola Piovani. Il programma del concerto prevede le colonne sonore che hanno fatto la storia del cinema d’autore realizzate dal Maestro Premio Oscar. In scaletta le musiche delle pellicole “La vita è bella” e “Pinocchio” di Roberto Benigni, “Fiorile”, “Il sole anche di notte”, “La notte di San Lorenzo” e “Good Morning Babilonia” di Paolo e Vittorio Taviani, “Intervista”, La voce della luna” e “Ginger e Fred” di Federico Fellini.

La serata di pioggia del 7 luglio che non ha fermato il BCT Festival Nazionale del Cinema e della Televisione Città di Benevento, ha visto protagonista Marco D’Amore, conosciuto dal grande pubblico grazie alla serie televisiva “Gomorra”, in scena con “Raccontami – Vittorio De Sica”, pièce teatrale con la regia di Massimo Cinque, in anteprima nazionale al Teatro San Vittorino. Accompagnato dall’Orchestra della Tradizione napoletana del Conservatorio Nicola Sala di Benevento, diretta dal Maestro Luigi Ottaiano, D’Amore ha saputo creare un connubio originale tra recitazione e musica attraverso alcune letture sulla vita di De Sica.

Christian De Sica, trasferito velocemente al Cinema San Marco è riuscito, comunque, ha donare una perla di simpatia al numeroso pubblico presente nonostante il mal tempo.  BARBARA D’URSO a Piazza Santa Sofia  ha creato una vera e propria “eccitazione da vip”, tra telefonini scattanti e una gran folla di curiosi, arrivati per vedere da vicino la beniamina dei pomeriggi di canale 5, tenendo banco per quasi due ore di intrattenimento, seguita da Damiano Carrara di Bake off Italia – Il Pasticciere d’America.

Il tempo, invece, è stato clemente ieri per il Gala presentato dalla brillante e bravissima Serena Rossi che ha saputo, con semplicità e raffinatezza, intrattenere il pubblico e guidarlo nella lunga serata.

Oltre venti star del mondo dello spettacolo, acclamate sul red carpet dal caloroso pubblico della cittadina sannita, sono state premiate con la Noce D’Oro, simbolo beneventano.

Durante la serata, inaugurata dall’esibizione del giovane pianista rock Davide Locatelli, il direttore artistico Antonio Frascadore ha omaggiato Fabrizio Frizzi il conduttore della precedente edizione. Sono stati molti gli ospiti che nel corso dell’evento hanno ricordato con affetto anche il regista Carlo Vanzina, scomparso ieri.

Tanti sono stati i complimenti delle star nei confronti della città di Benevento, la sua bellezza artistica, storica e la lunga tradizione culturale ha colpito i produttori e gli attori che torneranno sicuramente e alcuni di loro collaboreranno per il futuro del festival, e non solo.

Di seguito l’elenco degli ospiti premiati:    “Premio Noce D’Oro alla Carriera Artistica” a Nicola Piovani;  “Premio Noce D’Oro Città di Benevento” a Fulvio Lucisano;  “Premio Noce D’Oro Miglior Attore Commedia Italiana” a Fabio De Luigi; “Premio Noce D’Oro Campania” a Biagio Izzo;  “Premio Noce D’Oro Personaggio Televisivo dell’Anno” a Serena Rossi; “Premio Miglior Conduttrice Emergente – Fabrizio Frizzi” a Andrea Delogu;  “Premio Noce D’Oro Miglior Inchiesta Televisiva dell’anno” a Antonino Monteleone;  “Premio Noce D’Oro Miglior Fiction Internazionale” a “Il Segreto” e “Una Vita” con Josè Gabriel Campos, Marc Parejo, Gonzalo Trujillo; “Premio Noce D’oro per L’innovazione nel Linguaggio Televisivo” a Gesualdo Vercio; “Premio Noce D’Oro Miglior Attrice non Protagonista” a Nunzia Schiano in “Dogman”;  “Premio Noce D’Oro Miglior Documentario 2018” a Gianfranco Pannone;  “Premio Noce D’Oro Carriera Internazionale” a Tomas Arana;  “Premio Noce D’Oro Miglior Canale Televisivo dell’Anno” a Roberto Pisoni direttore di Sky Arte;  “Targa Direttore Onorario del Festival” a Nicola Giuliano;  “Premio Noce D’Oro Miglior Produttore Cinematografico dell’anno” a Luciano Stella;  “Premio Noce D’Oro Migliore Canzone Originale della Stagione Cinematografica” a i Foja per il brano “A chi appartieni”, colonna sonora del film di animazione “Gatta Cenerentola”;   “Targa Miglior Programma Originale” a Filippo Cipriano per “Camionisti in Trattoria” in onda sul canale televisivo DMax;  “Premio Noce D’Oro” Concorso “Greatest Indipendent Film” al film “Sconnessi” di Christian Marazziti; “Premio Noce D’Oro” Concorso “Short Film” al cortometraggio “Cani di razza” di Riccardo Antonaroli e Matteo Nicoletta; “Premio Noce D’Oro” Concorso “Giuria Universitaria” al cortometraggio colombiano “Chocatos” diDiego Alejandro e Romero Afanador.

(ph. Giacchino Casciello)