Alle ore 18,00 di sabato 05 maggio 2018, all’Arte/studio – Gallery di via Sant’Agostino 15 a Benevento, a cura di Rosario Pinto e con la direzione artistica di Antonio Salzano, sarà inaugurata la mostra “Astractura e le sue ragioni”. La mostra durerà fino al 22 maggio 2018 e sarà visitabile il martedì e il giovedì dalle 17,30 alle 19,30. Su appuntamento, telefonando al 3339242084.  

La mostra propone in esposizione opere di artisti appartenenti al Movimento di Astractura, movimento fondato da Rosario Pinto, che conta, ormai, già quasi dieci anni di vita, ed opera nell’ambito dell’Astrazione Geometrica.

Le parole d’ordine di Astractura sono tre: Linearismo, Cronotopia, Cinestetismo e valgono come punti di orientamento alla cui stregua si possa procedere alla messa in campo di un progetto creativo che possa valere non soltanto come dato artistico, ma anche come suggerimento di una ‘visione del mondo’, come, cioè, un ordinamento di pensiero che ambisce a rendere la pratica artistica, in un certo senso, una pratica ‘diversamente filosofica’.

Conviene aggiungere che Astractura non rimane chiusa in se stessa: si apre all’esperienza multipla e diversificata nell’ambito della temperie astrattista, procedendo a porsi come via ecumenica ed inclusiva nei confronti delle varie scansioni astrattiste che caratterizzano questa particolarissima branca dell’arte contemporanea. Procede, inoltre, Astractura a valorizzare il ruolo del fruitore, chiamandolo, in modo propositivo, ad avere parte attiva nel processo estetico.

La mostra presso ‘Arte Studio Gallery’ di Benevento’, presentata da Rosario Pinto, propone l’opera di tredici artisti, non solo italiani, che sono tra i componenti del Movimento di ‘ASTRACTURA’. Essi sono: Maurizio Bonolis, Rosario Buccione, Francesco Gallo, Antonio Minervini, Angelo Bellani, Carmen Novaco, Salvatore Starace, Fabio Massimo Caruso, Lucia Di Miceli, Salvatore Giunta, Lorenzo Bocca, Michele Marzo, Helena Dombrowska.