Dopo la Festa del Ciao con i festeggiamenti per i 50 anni dalla nascita dell’Acr, l’Assemblea di inizio anno che sancisce il terzo ed ultimo anno associativo per l’Azione Cattolica diocesana, nonché che dà inizio ufficialmente al rinnovo delle responsabilità parrocchiali fino all’Assemblea diocesana elettiva che si svolgerà domenica 19 gennaio 2020. Si parte dal brano di Vangelo dell’anno associativo (Matteo 25,40) “Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me”. “Avevo fame”, “avevo sete”, “ero straniero”, “nudo”, “malato”, “in carcere”. Sei passi verso l’amore, sei passi verso lo “stare” con gli altri, sei passi verso il farsi ultimo tra gli ultimi, sei passi verso una presenza concreta ed umile nei luoghi che abitiamo a fianco ai nostri fratelli, sei passi indicati da Gesù attraverso una scena tanto profetica ed evocativa, quanto scomoda e concreta. Il tema dell’anno 2019/2020, “Lo avete fatto a me”, si pone come una grande e originale occasione in più per riflettere sulla vocazione dell’Azione Cattolica alla formazione delle coscienze del laico credente e al suo impegno diretto e concreto verso chi fa più fatica lungo le strade delle città, dei quartieri e dei paesi.

Cosa resterà di noi alla fine se non l’amore, quello dato e quello ricevuto. Quello, per esempio, verso un luogo d’ingiustizia e di illegalità, come un bene confiscato alla criminalità, diventato oggi un luogo di vita e di giustizia. E proprio in un bene confiscato, quello a Melizzano in località Scarrupi, oggi riutilizzato socialmente perché trasformato in un Centro RAEE, avrà luogo l’Assemblea di Ac domani sabato12 ottobre 2019 ore 17:15. Interverranno don Marco Ghiazza, assistente centrale Acr, che proporrà una riflessione sul brano di Vangelo dell’anno e il nostro vescovo don Mimmo Battaglia, a cui saranno affidate le conclusioni. Annunciata anche la presenza del sindaco di Melizzano Rossano Insogna e del Presidio di Libera Valle Caudina e Valle Telesina “Delcogliano-Iermano”.