Country Sport Avellino: Arlia, Landi, Maffei, Guerriero, Luciano, Albanese, Ascione, Iannaccone, Papa, Paone, Petruzzi. A disp.: Picariello, Picardi, Rizzo, Giannettino, Maffei. All..: Pasquale Oliva

ASD CESARE VENTURA(4-3-3) Abbate; Giangregorio, Soricelli, Cagnale, Pizzi; Delli Carri, Tretola, Manuzzi; Marino, Mulè, Sapio. A disp.: Di Monti, Verderosa, Castiello, Franco, Schettini, De Girolamo All.: Giuseppe Lepore

Reti: Manuzzi, Pizzi (rig.), Castiello, Soricelli.(C.V.)

Avellino, 26/01/2019 – Torna a correre l’U.16 dell’ASD Cesare Ventura Benevento: vittoria per 4-1 ad Avellino contro il Country Sport e nuovo slancio verso le posizioni elitarie della classifica.  Dopo il capitombolo di Sarno e la sosta, i ragazzi di mister Lepore erano chiamati ad una prestazione importante, per cancellare quanto di brutto offerto nell’ultima trasferta.

Campo trappola quello di Avellino, ai limiti del regolamento per le dimensioni,  e partita per nulla facile visti gli spazi ristretti a disposizione della manovra per i gialloblu beneventani. Biancoverdi di casa, invece, per nulla disposta a farsi da parte e, nonostante il gap in classifica, hanno ribattuto colpo su colpo agli avversari, e hanno provato a mettere la gara sul piano fisico, considerata l’evidente superiorità nel palleggio della Cesare Ventura.

Partita subito in discesa per Cagnale e compagni, bravi a segnare in apertura con un guizzo di Manuzzi sotto porta. Poi tanto possesso palla e occasioni sprecate, ma con una evidente difficoltà a trovare le misure del passaggio finale, giocando per giocare in un campo stretto e corto e con gli avversari molto spesso in 10 dietro la linea della palla.

Avellinesi al pareggio, nell’unica disattenzione difensiva ma poco dopo ancora vantaggio della Cesare Ventura con un goal su calcio di rigore di Pizzi. Nell’occasione del penalty qualche scaramuccia in campo e addirittura mani addosso al direttore di gara, con il numero 10 di casa espulso per un gesto a dir poco inqualificabile. Dopo non c’è stata più storia, con i beneventani assolutamente padroni del campo, a segno ancora con Castiello e Soricelli.

La corsa dei gialloblu è ripresa, domenica prossima un altro esame importante, ancora in trasferta con il Savoia. Qualche errore di troppo, a volte banale, su cui bisogna riflettere e anche alcuni atteggiamenti sul campo da rivedere, perché rischiano di inficiare quanto di buono fatto in gara: c’è tanto da lavorare per i ragazzi di Lepore, ma i margini di miglioramento sono ampi e il girone di ritorno si prospetta davvero entusiasmante.